×

Don Emanuele Personeni, chi è il prete no vax in pellegrinaggio e sospeso dal vescovo di Bergamo

La propaganda itinerante di Don Emanuele Personeni, il prete no vax sospeso dal vescovo di Bergamo che gira nelle parrocchie a fare proseliti

Don Emanuele Personeni

Sta facendo discutere molto la figura di don Emanuele Personeni, il prete no vax sospeso dal vescovo di Bergamo che ha organizzato un pellegrinaggio e che tuttora, da ex vicario parrocchiale a Mapello, si è accreditato come una sorta di “profeta itinerante” del no all’obbligo vaccinale. 

Don Emanuele Personeni sospeso: il prete che parla di “ricatti” innescati dalla pandemia

E non solo a quello, lo slogan che don Personeni ripete è quello del “no all’obbligo vaccinale, no ai ricatti, no al green pass. Sì, invece, al rispetto di ogni persona”. Sta di fatto che proprio in queste ore il vescovo della diocesi di riferimento, quella di Bergamo, monsignor Francesco Beschi, ha sospeso il sacerdote dalle sue funzioni. 

Il pellegrinaggio di don Emanuele nelle parrocchie di una provincia martirizzata dal covid

E sempre oggi don Personeni ha intrapreso un pellegrinaggio fra le parrocchie a fare proselitismo no vax. E il pensiero dell’ex vicario? Per lui la pandemia è solo un “pretesto” per alimentare ingiustizie. Don Personeni ha un seguito social che fa molto sponda negli ambienti no vax ed ha deciso di documentare il suo “pellegrinaggio”, in ci è seguito da alcuni suoi sodali, con un apposito profilo Instagram

L’ingiunzione del vescovo a non concedere spazi pastorali e don Personeni e il profilo Instagram

La sua “mission” e raccontare la “gravità del momento e le profonde ingiustizie che con il pretesto della pandemia” le persone starebbero subendo. E il vescovo di Bergamo, che del covid è città martire, non solo ha precisato di non condividere la scelta di don Emanuele, ma ha avvisato i parroci di non concedere allo stesso “spazi pastorali”.

Contents.media
Ultima ora