×

Don Ernesto Piraino, la storia del poliziotto che diventa prete a un passo dal matrimonio

La storia di Don Ernesto Piraino, sacerdote di 43 anni, che ha scelto la chiesa dopo una carriera da poliziotto, ad un passo dal matrimonio.

Don Ernesto Piraino

Don Ernesto Piraino, sacerdote di 43 anni, un tempo era un poliziotto e stava per sposarsi. Poi ha scelto di seguire la fede, abbandonando tutto il resto.

Don Ernesto Piraino, la storia del poliziotto che diventa prete a un passo dal matrimonio

La vocazione spirituale di Don Ernesto Piraino era così forte da cancellare completamente tutta la sua esistenza precedente. Il sacerdote di 43 anni ha vissuto più di una vita. Guida la parrocchia Santa Maria Goretti di Guardia Piemontese, in provincia di Cosenza, ma una volta maneggiava armi e indossava la divisa della Polizia in territori particolarmente difficili, la Sicilia e la Calabria. Era anche ad un passo dal matrimonio con la sua fidanzata, dopo sei anni di fidanzamento.

Nel 2006, però, qualcosa è cambiato. Aveva 27 anni quando ha deciso di interrompere la relazione e avvicinarsi alla parrocchia, che per lui diventa un punto di riferimento, anche quando frequentava altre donne. “Se vuoi diventare prete basta che lo dici” gli ha detto una di queste ed Ernesto ha deciso di seguire il suo consiglio. Nel 2011 è entrato in seminario e dopo sei anni è stato ordinato sacerdote.

La vocazione da quando era bambino

Ernesto è nato nel 1979, figlio di emigranti calabresi in Germania. È cresciuto in una famiglia cattolica e fin da bambino ammirava l’abito dei sacerdoti, che lo affascinava. Crescendo ha iniziato a pensare ad altro e a 19 anni ha vinto un concorso di Polizia, ottenendo un posto fisso, che gli consente di fare progetti, proprio come il matrimonio. Era fidanzato da sei anni con una ragazza e pensavano di costruire insieme una famiglia, ma qualcosa in lui è cambiato.

Lo ha capito un giorno durante il lavoro, quando ha salvato la vita ad un bambino. Tutti pensavano avesse un’altra donna, ma lui trascorreva il tempo in chiesa, svolgendo anche le attività parrocchiali. Intanto ha conosciuto altre ragazze, ma ha preferito la fede. Nel 2010 ha deciso di entrare in seminario e nel 2011 ha iniziato il suo percorso. Per un lungo periodo ha continuato ad indossare la divisa per continuare ad aiutare gli altri. Nel 2017 ha preso i voti ed è stato ordinato sacerdote nella diocesi di Scalea-San Marco Argentato dal vescovo Leonardo Bonanno, alla presenza dei colleghi di lavoro, arrivati in divisa per festeggiare questo momento importante.

Il ritiro spirituale e la vita parrocchiale

Nel 2021 Don Ernesto era parroco a Praia a Mare. “Lascio la parrocchia” ha detto un giorno, stupendo i suoi fedeli più affezionati. Aveva bisogno di ritirarsi a vita privata e di riflettere, così è andato in un casolare circondato dalla natura a Belvedere Marittimo. Per stare ancora più vicino a Dio ha scelto la vita da eremita. Aveva previsto un ritiro di due anni, ma dopo pochi mesi il vescovo lo ha chiamato perché aveva bisogno di lui nella chiesa Santa Maria Goretti a GUardia Piemontese. Nel periodo di isolamento ha scritto un libro sulla sua vita. “Gesù chiama per donare qualcosa e per donarci il centuplo rispetto a quelli che possono essere i nostri legittimi progetti” ha dichiarato Don Ernesto.

Contents.media
Ultima ora