×

Donna di 32 anni trovata morta a Cavriago: è stata uccisa con un colpo di pistola

Donna di 32 anni trovata morta a Cavriago: è stata uccisa con un colpo di pistola. Sul posto soccorritori e carabinieri, che hanno avviato le indagini

I carabinieri indagano sul caso

Una donna di 32 anni, Elisa B., trovata morta a Cavriago, in provincia di Reggio Emilia: secondo le risultanze delle prime indagini la vittima è stata uccisa da un colpo di pistola, colpo che potrebbe aver sparato lei stessa. Secondo quanto riportato dalla gazzetta di Reggio sarebbe stato il padre della vittima a scoprire il corpo esanime della figlia, nella serata di domenica 6 giugno scorso.

Un inzio mese poco promettente questo, solo pochi giorni fa, in Toscana, un omicidio-suicidio aveva funestato le cronache locali.

Donna di 32 anni trovata morta a Cavriago: la scoperta del cadavere da parte del padre

A quel punto l’uomo ha immediatamente chiamato il 118. I soccorritori sono arrivati a razzo con un’ambulanza ed un’auto medica, ma purtroppo era già troppo tardi per fare qualcos’altro se non constatare il decesso ed attendere l’arrivo del medico legale.

Medico legale che è stato chiamato dai carabinieri, giunti sul posto per condurre le prime indagini sul campo. La presenza del foro di proietto è stata accertata dal sanitario forense, mentre i militari hanno iniziato a raccogliere elementi sul fatto di sangue. 

Donna di 32 anni trovata morta a Cavriago: era giunta in paese a trovare il genitore

Pare che la vittima, residente in un piccolo appartamento di Reggio Emilia, fosse venuta a trovare il padre in paese nella sua abitazione al 12 di via Cavour.

E lì la donna avrebbe trovato l’arma che potrebbe aver utilizzato per uccidersi. Proprio sull’arma i militari stanno concentrando le loro attenzioni, in particolare: manca un colpo e gli inquirenti stanno analizzando le impronte sul calcio. Non si hanno notizie in merito all’eventualità di effettuare la prova stub sul genitore.

Donna di 32 anni trovata morta a Cavriago: quasi certamente si è uccisa

La pista investigativa del gesto estremo pare infatti quella più attendibile, anche se in merito si attendono conferme ufficiali da parte del magistrato di turno che ha preso in carico il caso. Purtroppo dove per varie ragioni ci sono  armi da fuoco in casa i propositi di suicidio d’impeto sono molto più facilmente realizzabili. Il padre della vittima è un pensionato che negli anni passati aveva una ditta di go-kart. E la prima cittadina di Cavriago, Francesca Bedogni, ha voluto esprimere il suo cordoglio sulla vicenda con una dichiarazione: “Siamo vicini ai famigliari in questo momento terribile”.

Contents.media
Ultima ora