×

Donna vittima d’infarto resuscita dopo 20 minuti

Condividi su Facebook

Aveva avuto un infarto ed era quasi morta, ma è stata salvata dai medici con una procedura alquanto singolare. Il cuore di Amy Moore, 38 anni, del North Carolina (Stati Uniti), si era fermato da venti minuti quando i medici hanno provato su di lei una cura particolare: la donna è stata infilata in una ‘bara’ di ghiaccio, per portare la sua temperatura corporea da 36 a 34 gradi. ?Questa sorta di ‘ibernazione’ ha disattivato il suo cervello, impedendo qualsiasi tipo di danno provocato dall’arresto cardiocircolatorio: nel frattempo, i medici si sono impegnati a far tornare attivo il suo cuore, e con pieno successo. Dopo due giorni “in ghiaccio”, il cuore di Amy è tornato forte e i medici hanno così deciso di ‘scongelarla’.

L’unico effetto collaterale di quanto è successo alla 38enne sono alcuni piccoli vuoti di memoria, ma secondo i dottori si tratta di malesseri di poco conto destinati a lasciar spazio ad un pieno recupero fisico. ?La procedura usata sulla donna, chiamata “ipotermia terapeutica”, è sempre più usata negli Stati Uniti in casi di questo genere: a New York, il sindaco Michael Bloomberg ha dato direttive alle ambulanze della città di portare i pazienti vittime di arresti cardiaci direttamente agli ospedali specializzati in questo tipo di cure.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.