Donne di destra e di sinistra: Vannini vs Rubini | Notizie.it
Donne di destra e di sinistra: Vannini vs Rubini
Cronaca

Donne di destra e di sinistra: Vannini vs Rubini

Due rappresentanti di opposti schieramenti politici intervengono sul tema delle donne migranti.

Due donne a confronto: Daniela Vannini – responsabile Diritti civili del Pd di Bologna – e Claudia Rubini, consigliera provinciale del Pdl. Materia del contendere, le parole di Souad Sbai, parlamentare del Pdl di area finiana .

La parlamentare di origine marocchina ha dichiarato di aver subito un tentativo di avvelenamento poichè da anni denuncia l’arretratezza di alcuni ambienti in cui maturano violenze alle donne.

Sulla scorta di questo terribile episodio, la consigliera Rubini risponde con una nota in cui approfitta per affermazioni in salsa leghista: “Non ricordo nella mia esperienza politica locale di avere quasi mai visto le tante donne di sinistra sdegnarsi ed intervenire pesantemente di fronte a tali comportamenti barbari ed incivili; non ho mai visto prendere chiare posizioni da parte delle tante (quasi tutte) Amministrazioni di centro sinistra che governano i nostri territori“. E continua, con un riferimento all’amministrazione di Budrio che concede per il terzo anno l’auditorium per il ramadan, previo pagamento dell’affitto.

Risponde Vannini: “Ricordo poi al Consigliere Rubini i tanti interventi fatti da me e da altre consigliere del PD sui temi della violenza alle donne e dell’integrazione multiculturale e l’Odg bipartisan sul burqa: ritengo sia alquanto difficile accusarci di “silenzio assordante“.

E’ interessante, in un momento in cui si “sente” il “silenzio delle donne” che ci sia un dibattito in corso e che tocchi con particolare vivacità le questioni delle nuove cittadine e le difficoltà di inclusione.

E’ questa la sfida del nuovo femminismo, quella di ricostruire, in una dimensione culturale, quelle lotte che portarono all’emancipazione di migliaia di donne provenienti da aree italiane culturalmente depresse.

Luigia Bencivenga

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche