×

Dopo il vaccino è possibile andare in spiaggia? La parola agli esperti

I vaccini non sono fotosensibili, quindi non ci sono controindicazioni per chi vuole andare in spiaggia. Tuttavia, dipende dagli effetti collaterali.

vaccino spiaggia

L’arrivo di giornate calde e soleggiate alimenta la voglia di estate. La campagna vaccinale procede a ritmi spediti e si spera che la stagione estiva 2021 sia all’insegna di una ritrovata serenità. In molti si augurano di respirare presto un clima di noramlità, ma gli esperti raccomandando ancora prudenza.

Il numero di contagi e il tasso di positività in Italia stanno diminuendo, le attività stanno finalmente riaprendo, la situazione negli ospedali appare sotto controllo e presto potremo pensare di togliere la mascherina all’aperto, ma preoccupano le varianti. Lo ha evidenziato anche il premier Draghi al Global Solutions Summit. Intanto il generale Figiuolo assicura che a settembre tutti i cittadini italiani saranno vaccinati. Ottimista anche il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, il quale ha sottolienato che procedendo con un alto numero di vaccini giornalieri sarà possibile raggiungere l’immunità di gregge entro settembre.

Tuttavia, proprio quando gli italiani pensano alle vacanze, i programmi estivi potrebbero essere stravolti dal vaccino. In molti, infatti, stanno aspettando a prenotare viaggi: prima preferiscono sapere quando riceveranno la prima o la seconda dose del vaccino anti-Covid, evitando di dover rientrare per la somministrazione o di complicare i programmi organizzando la vaccinazione in vacanza. Ma dopo aver ricevuto il vaccino è possibile andare in spiaggia o si va incontro a rischi indesiderati?

Dopo il vaccino si può andare in spiaggia?

Seguendo l’andamento della campagna vaccinale, sicuramente molti cittadini riceveranno la prima o seconda dose durante il periodo estivo. Tanti stanno già organizzando le vacanze e prenoteranno per i giorni successivi alla vaccinazione. Fortunatamente, non dovranno rinunciare al sole e al mare: potranno andare in spiggia anche dopo il vaccino. 

Infatti, non si evidenziano potenziali interazioni tra il farmaco e i raggi solari.

Tuttavia, la reazione al vaccino varia a seconda dei pazienti: bisogna quindi tenere in considerazione gli effetti collaterali che variano da persona a persona.

Vaccino, si può andare in spiaggia dopo la somministrazione

Giovanni Maga, direttore dell’Istituto di genetica molecolare del Cnr di Pavia, ha dichiarato: “Sappiamo che, se vogliamo continuare le vaccinazioni con un ritmo accelerato, diverse persone avranno un appuntamento a ridosso o durante le vacanze”. Quindi ha rassicurato: Non c’è alcuna controindicazione nel recarsi in spiaggia subito dopo il vaccino. Questo è un motivo in più per non rimandarlo, dato che il calo dei contagi potrebbe generare un senso di maggiore sicurezza nei confronti della pandemia e indurre alcuni a non prenotare la vaccinazione o a spostarla più avanti”.

A differenza di alcuni medicinali, come gli antinfiammatori non steroidei (per curare la febbre) o gli antibiotici, i vaccini non sono fotosensibili. Il professor Maga, infatti, ha spiegato: “I farmaci spesso introducono nell’organismo molecole chimiche reattive e sensibili ai raggi solari, potenzialmente in grado di causare irritazioni cutanee. È il motivo, per esempio, per cui si sconsiglia di prendere il sole sotto terapia antibiotica”.

Poi ha precisato: “I vaccini, invece, sono preparati biologici che non contengono sostanze chimiche, bensì molecole di origine naturale non sensibili alle radiazioni ultraviolette. Non lo sono i lipidi delle nanoparticelle del vaccino a mRna messaggero, come quello di Pfizer e Moderna, e non lo sono le proteine che compongono l’involucro dell’adenovirus utilizzate nei vaccini a vettore virale, quindi quello di AstraZeneca e Johnson & Johnson”.

Vaccino, andare in spiaggia dopo la somministrazione: gli effetti collaterali della vaccinazione

Il vaccino non provoca rischi pericolosi se ci si espone al sole dopo averlo ricevuto. Tuttavia, bisogna tenere in considerazioni i possibili effetti collaterali della vaccinazione.

Maga dà un consiglio: “Una piccola parte di persone accusa reazioni avverse, per esempio febbre e spossatezza, oppure un’eruzione cutanea nel punto dell’iniezione. Dato che le prime si verificano nel giro di due giorni e la seconda dopo poche ore, il mio consiglio, al massimo, è di non esporsi al sole nella prima giornata post vaccino. Questo perché se si devono manifestare febbre o irritazioni, l’organismo è già sollecitato ed esponendosi al sole si corre il rischio di intensificare o prolungare il sintomo”.

Paolo Pigatto, responsabile dell’Unità Operativa di Dermatologia all’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, è d’accordo con le considerazioni di Maga e offre alcuni suggerimenti per mettersi la crema solare nel punto in cui è stato somministrato il vaccino. “Si può tranquillamente utilizzare un prodotto con filtro solare, con l’accortezza di non esporsi direttamente al sole. Se invece l’area cutanea in cui è stato fatto il vaccino si gonfia o si arrossa molto non utilizzare creme antinfiammatorie, soprattutto durante il giorno, ma piuttosto creme a base di cortisone. Il mio consiglio è di utilizzarle la notte, mentre di giorno non esporsi al calore e spalmare un filtro solare, ha dichiarato.

Contents.media
Ultima ora