×

Doppio incidente in A21, auto contro camion fermo per un sinistro: un morto

Doppio incidente in A21, auto contro camion fermo per un sinistro: un morto. Poche ore prima un 26enne aveva a sua volta centrato un grosso mezzo

L'elisoccorso di Parma

Un tremendo doppio incidente si è verificato lungo il tratto piacentino della A21, con un’auto incastratasi sotto un camion fermo per un precedente sinistro, il bilancio del terribile impatto è di un morto. A perdere la vita proprio il conducente dell’autovettura che ha impattato contro il mezzo pesante fermo per un sinistro avvenuto poco prima.

I rianimatori dell’elisoccorso di Parma non hanno purtroppo potuto fare nulla per salvargli la vita. Solo sei giorni fa la A21 aveva mietuto cinque vittime in una volta sola.

Doppio incidente in A21: un morto incastrato nell’abitacolo

La ricostruzione dei fatti ad opera degli operanti della Polizia Stradale, Sottosezione Autostrade, è agghiacciante: alle 10 del mattino di oggi, 9 giugno, l’auto della vittima era in coda in direzione Torino, all’altezza dell’area di servizio Nure Sud.

Il rallentamento del traffico era dovuto ad un incidente che poche ore prima aveva interessato quel tratto di A21. Ad un certo punto però, a scorrimento ripreso, l’automobilista ha tamponato un camion che lo precedeva e la sua vettura è rimasta parzialmente incastrata sotto al rimorchio del mezzo pesante.

Doppio incidente in A21 fa un morto: eliambulanza e soccorsi da terra inutili

Purtroppo i soccorritori accorsi, sanitari del 118, eliambulanza e vigili del fuoco, nulla hanno potuto fare per liberare in tempo l’occupante dell’abitacolo da quella morsa di lamiere contorte.

Una volta liberato con l’aiuto di tenaglie apposite in dotazione al 115 l’uomo è stato sottoposto a vari tentativi di rianimazione, ma invano. A quel punto fino al bivio della Complanare A21 Torino, provenendo da Bologna verso Torino sono registrate ulteriori lunghe code, in un effetto domino innescato originariamente dal primo incidente.

Doppio incidente in A21, un morto: il primo sinistro c’era stato due ore prima

E in quel sinistro “di innesco”, due ore prima del mortale, un 26enne a bordo di un furgone si era a sua volta schiantato anch’egli contro un grosso mezzo pesante. Quel tratto di autostrada infatti, un vero crocevia per il commercio ed il lavoro in tutto il nord, è trafficatissimo fin dalle prime ore del mattino. Soccorso dai dai volontari della Croce Bianca di Piacenza il giovane era stato trasportato in ospedale a Piacenza in condizioni serie ma pare senza pregiudizio per la sua vita. Come da tragica ma necessaria prassi, i rilievi degli agenti sono proseguiti per l’intera mattinata.

Contents.media
Ultima ora