×

Draghi non riferirà in Parlamento prima del viaggio negli Stati Uniti: la delusione di Conte

Draghi non passerà dal Parlamento prima di partire per Washington, come richiesto invece dal M5S. Conte si è detto "molto deluso".

Draghi Stati Uniti

“Draghi è in partenza per gli Stati Uniti, i tempi sono stretti e la richiesta di Conte è del tutto isolata”: lo hanno riferito alcune fonti di governo all’Adnkronos dopo che il Movimento 5 stelle (M5S) aveva chiesto al presidente del Consiglio di riferire in Parlamento prima del viaggio a Washington.

Draghi non passerà dal Parlamento prima di partire per gli Stati Uniti

“Senz’altro vi sarà modo di avere Draghi in Parlamento”, hanno chiarito le stesse fonti, sottolineando che “il 19 maggio è già in calendario un question time con il presidente del Consiglio”.

Conte si è detto “molto deluso”

Il leader del M5S Giuseppe Conte aveva poco prima dichiarato che sarebbe rimasto “molto deluso” se Mario Draghi fosse partito per Washington senza passare dal Parlamento.

“A parte che il Parlamento può riunirsi anche di domenica, l’ha fatto con me in piena pandemia e lo può fare in tempo di guerra. I parlamentari son ben disponibili, qualsiasi giorno“, ha detto Conte.

“Passare per il Parlamento gli avrebbe dato più forza”

Giuseppe Conte ha sottolineato come le dichiarazioni su Mario Draghi fossero “anche per lui, per dargli un mandato più forte, per andare con più forza.

Ogni volta che sono stato in un consesso internazionale, quando ho avuto una posizione chiara alle spalle sono stato più forte”.

Leggi anche: Mattarella promulga legge sulla Giornata degli Alpini: “Serve unica ricorrenza per Forze Armate”

Leggi anche: Boldrini: “Meloni guida una destra reazionaria ed oscurantista”

Contents.media
Ultima ora