Droga in Sicilia, polizia sgomina clan criminale attivo tra Catania e Enna
Droga in Sicilia, polizia sgomina clan criminale attivo tra Catania e Enna
Cronaca

Droga in Sicilia, polizia sgomina clan criminale attivo tra Catania e Enna

droga

La polizia ha sgominato un pericoloso clan, impegnato a spacciare droga tra Catania e la provincia di Enna. La polizia sta tutt'ora approfondendo il caso.

Brusco e stupefacente risveglio in Sicilia, a causa di un operazione anti droga svolta dalla polizia. Le forze dell’ordine hanno letteralmente decapitato un clan criminale dedito allo spaccio tra Catania e la provincia di Enna. Le sostanze comprese nel traffico sono cocaina e marijuana. Gli arresti sono stati fatti in seguito alle indagine denominata Effetto Domino. Si tratta di un importantissimo passo nella lotta contro la droga. Purtroppo, nei mesi scorsi, ad Enna ci sono stati altri casi di droga.

Droga Catania Enna

In una vasta operazione contro lo spaccio di droga, denominata Effetto Domino, la polizia ha potuto smantellare un pericoloso clan criminale. Questo costituiva un’importantissima asse di rifornimento dello spaccio di stupefacenti, anche droghe pesanti, fra la città di Catania e la provincia di Enna. Ben cinque persone sono state arrestate. I provvedimenti di custodia cautelare nei confronti dei presunti esponenti del clan sono stati autorizzati dal Gip del Tribunale di Enna, su domanda della Procura locale.

L’operazione, però, è tuttora in corso perché si cercano altre persone criminalmente coinvolte nello spaccio di droga. Ad essere impegnato nelle indagini è il personale delle Squadre Mobili di Torino, Catania e Reggio Calabria.

L’indagine è stata ed è condotta dagli inquirenti della Squadra Mobile di Enna, e del Commissariato di Leonforte. L’operazione Effetto Domino ha dato la possibilità di far luce su una criminosa rete di persone che spacciavano marijuana e cocaina. L’area di azione di questi individui era compresa nei comuni orientali dell’hinterland ennese e nella zona di Catania.

droga

Precedenti

A settembre, in un immobile di Troina, in provincia di Enna, è stata scoperta la base operativa di un gruppo di spacciatori di eroina. A condurre le operazioni sono stati i carabinieri di Enna e Catania, nell’ambito di un’indagine che ha portato all’arresto di tre persone. Queste, di Troina e di Catania, sono accusate di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Gli accusati farebbero parte di una banda di sette persone, tutte indagate, che reperivano la droga nel capoluogo etneo.
Le indagini, avviate nel giugno del 2016 e condotte dai carabinieri di Nicosia, hanno consentito di registrare addirittura 180 episodi di spaccio d’eroina.

Due ragazzi sono stati colti in auto con a bordo 40 dosi di marijuana. L’arresto è avvenuto a Regalbuto nel mese scorso. I carabinieri hanno quindi messo in manette Federico Naselli, di 26 anni, e Andrea Giacone, di 23 anni. Entrambi i ragazzi sono accusati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso tra loro.
I due giovani erano a bordo di un automobile e stavano guidando per le strade del paese. Gli agenti li hanno intercettati e perquisiti. Sotto il sedile è stato trovato un marsupio con 40 dosi di marijuana. Al suo interno è stato trovato anche del materiale per pesare e confezionare la droga.

Il tutto è stato posto all’istante sotto sequestro. I due ragazzi inizialmente sono stati posti ai domiciliari ed in seguito sono stati rimessi in libertà, grazie all’incensura.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche