×

Drogato alla guida uccide pedone: accusato omicidio stradale

Un uomo di 33 anni è stato arrestato la scorsa notte nel Torinese con l'accusa di omicidio stradale dopo la morte di un disoccupato 47enne

default featured image 3 1200x900 768x576

Un uomo di 33 anni è stato arrestato la scorsa notte nel Torinese con l’accusa di omicidio stradale dopo la morte di un disoccupato 47enne di Torre Pollice.

Autotrasportatore arrestato con l’accusa di omicidio stradale: la ricostruzione dei fatti

La scorsa notte nel Torinese è stato arrestato un autotrasportatore di 33 anni, accusato di omicidio stradale dopo la tragica morte di un disoccupato di 47 anni di Torre Pollice.

L’uomo, infatti, era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. E nonostante ciò si è messo alla guida, finendo per travolgere prima e uccidere poi il pedone. La vicenda in particolar modo si è svolta a None, lungo la SR23, in un tratto di strada però priva di illuminazione.

Sia l’auto, una BMW, sia la vittima, che è morta sul colpo subito dopo l’impatto con il veicolo, stavano procedendo in direzione di Airasca. Sul luogo dell’incidente sono subito intervenuti i carabinieri della Stazione di None insieme a quelli della Stazione di Cumiana.

L’automobilista arrestato è risultato negativo all’alcool test, mentre è risultato positivo invece all’esame tossicologico. Per questo motivo è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale.

I precedenti incidenti avvenuti ad Airasca

Quello descritto in precedenza è solamente l’ultimo episodio che riguarda un incidente stradale avvenuto nei pressi di Airasca. Lo scorso febbraio, infatti, un giovane ventenne ha sfondato un passaggio a livello con la propria macchina, bloccando in questo modo la circolazione dei treni.

Il ragazzo, infatti, stava viaggiando a bordo della sua Fiat Panda e poi è andato a sbattere contro le barriere del passaggio a livello. Non è stato del tutto chiarito se il giovane avesse tentato di passare mentre le sbarre si stavano già per abbassare oppure se sia trattato semplicemente di un incidente.

In ogni caso, per liberare la linea sono dovuti intervenire i vigili del fuoco e il personale delle ferrovie.

Un altro episodio particolare episodio è capitato ad Airasca a fine agosto. Tre ladri, infatti, avevano progettato di svaligiare un appartamento in quella zona. Ma ad attenderli, davanti alla porta, hanno trovato i carabinieri.

I tre ladri, due diciottenni, uno di Savona e uno di Pinerolo, e un 37enne di Torino, sono stati arrestati. Avevano trovato le chiavi dell’abitazione all’interno di una automobile. In questo modo, dopo aver sfondato la macchina e bucato le ruote sono riusciti a risalire all’indirizzo della casa. Ma ad attenderli hanno trovato una brutta sorpresa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora