: due punti - Laboratorio di poesia visiva sul tema del Viaggio - Notizie.it
: due punti – Laboratorio di poesia visiva sul tema del Viaggio
Bari e Puglia

: due punti – Laboratorio di poesia visiva sul tema del Viaggio

Laboratorio di poesia visiva sul tema del Viaggio
inteso come ricerca del cambiamento di se stessi..

..la Poesia come azione performativa, dove lettura, interpretazione, allestimenti, suoni ed immagini offrono alla parola una forma originale ed inconsueta..
_____________________
AUTORI DI RIFERIMENTO:
Dylan Thomas,
Wislawa Szymborska,
autori scelti da voi
e voi stessi,
come autori ed attori di un percorso poetico..

Il laboratorio segue il metodo di autopreparazione dell’attore ovvero viene stimolato nel partecipante un percorso creativo completo che lo rende totalmente autore della propria mono-performance finale, attraverso un percorso guidato ma costruito insieme sulla base delle proprie proposte, attraverso un percorso organico tra corpo e voce (con elementi di training psicofisico, respirazione, dizione, interpretazione e movimento scenico)..

Lungo il cammino, incursioni sonore di matrice dub e contaminazioni video/fotografiche amplificheranno il lavoro fisico e d’immaginazione, permettendo a chi viaggerà con noi di sperimentare la nostra poetica in divenire..

I’M Teatro ha pensato a questo laboratorio per condividere la propria ricerca con occhi sempre nuovi ed arti in continuo movimento: abbiamo cercato la collaborazione di una realtà dove si educa al linguaggio poetico della danza, l’associazione culturale Studio Danza ‘Meeting Dance’, ed il percorso sarà documentato con cura attraverso la realizzazione di un reportage fotografico e di un video della prova aperta finale (oltre al materiale didattico che distribuiremo prima dell’inizio e durante l’evoluzione del laboratorio).
___________
A chi è rivolto:
..il laboratorio è stato pensato e strutturato per chiunque sia interessato alla espressione artistica in ogni sua forma e, nello specifico, a chi desideri intraprendere un viaggio creativo ed un percorso conoscitivo: la suggestione delle opere poetiche diventerà il ‘paesaggio visionario’ attraverso cui, sia chi ama la poesia, sia chi la odia, potrà liberare il proprio potenziale espressivo.
__________
Cosa portare:
..tenuta comoda, un testo poetico scelto da voi, a cui associare un brano musicale, un oggetto ed una immagine (foto, dipinto, frammento cinematografico).

NB: se preferite, invece, approfondire la conoscenza degli autori di riferimento, possiamo scegliere assieme su quali testi lavorare.
___________________________________
Il percorso si articolerà nei seguenti moduli:

• training fisico di respirazione, voce e rilassamento per la preparazione dell’apparato vocale e del corpo attraverso esercizi guidati e di gruppo;
• improvvisazione libera all’interno del training sui testi scelti per lo sviluppo dell’azione creativa e per l’unione organica di corpo e voce;
• dizione e articolazione dell’apparato fonatorio;
• analisi dei testi scelti;
• auto preparazione e presentazione delle proprie monoperformance corredate di oggetti musiche costumi ispirandosi all’immagine scelta e al testo stesso;
• analisi delle scene presentate e loro rimodulazione registica;
• montaggio ed allestimento delle mono-performance finali..
________
Frequenza:
..un incontro settimanale, il sabato pomeriggio dalle 17 alle 19.
______
Periodo:
..dal 12 novembre al 17 dicembre 2011: il percorso avrà una durata di
6 incontri di due ore ciascuno, ed un settimo incontro/prova aperta.

******************************************************
Per avere informazioni più dettagliate (programma del laboratorio, materiali di riferimento, conoscere i costi e, soprattutto, le prospettive che condivideremo con i partecipanti..) potete scrivere ad:

imteatro@live.it

oppure contattarci attraverso i nostri profili:
– http://www.facebook.com/profile.php?id=1535065492
– http://www.facebook.com/atta.keshi
– http://www.facebook.com/pages/IM-TEATRO-IndipendenteMente/55491927372

Inoltre, recandovi presso la sede del Meeting Dance, in via Caposele n.

39 (dalle 16 alle 20, dal lunedì al venerdì – tel. 0883/582590 -)
potrete visionare il materiale promozionale e quello relativo alle nostre produzioni, esposto in forma di allestimento video/fotografico, e formalizzare la vostra iscrizione.

Le iscrizioni saranno aperte fino al 5 novembre, per poter svolgere una attività propedeutica e d’introduzione al laboratorio.

Vi aspetta un buon viaggio..
___________________________________
Riferimenti, lavori precedenti ed esperienze:
http://www.flickr.com/people/imteatro
http://www.youtube.com/imteatro
http://www.facebook.com/pages/IM-TEATRO-IndipendenteMente/55491927372
_________________________________________________________________
: Wislawa Szymborska
“Scrivere un curriculum”
da
“Vista con granello di sabbia”

Che cos’e’ necessario?
E’ necessario scrivere una domanda,
e alla domanda allegare il curriculum.
A prescindere da quanto si e’ vissuto
e’ bene che il curriculum sia breve.
E’ d’obbligo concisione e selezione dei fatti.
Cambiare paesaggi in indirizzi
e malcerti ricordi in date fisse.
Di tutti gli amori basta quello coniugale,
e dei bambini solo quelli nati.

Conta di piu’ chi ti conosce di chi conosci tu.
I viaggi solo se all’estero.
L’appartenenza a un che, ma senza perche’.
Onorificenze senza motivazione.
Scrivi come se non parlassi mai con te stesso
e ti evitassi.
Sorvola su cani, gatti e uccelli,
cianfrusaglie del passato, amici e sogni.
Meglio il prezzo che il valore
e il titolo che il contenuto.
Meglio il numero di scarpa, che non dove va
colui per cui ti scambiano.
Aggiungi una foto con l’orecchio in vista.
E’ la sua forma che conta, non cio’ che sente.
Cosa si sente?
Il fragore delle macchine che tritano la carta..

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*