×

Due sorelle minorenni abusate a Cosenza per pochi euro con la complicità dei genitori

Nel Cosentino, due sorelle minorenni, una delle quali disabile, sono state vittime di abusi da parte di un uomo per più di un anno.

Abusi

Nel Cosentino, due sorelle minorenni, una delle quali disabile, sono state vittime di abusi da parte di un uomo per più di un anno, con la complicità dei genitori, che le vendevano per pochi euro. 

Due sorelle minorenni abusate a Cosenza per pochi euro con la complicità dei genitori

Due sorelle minorenni, una delle quali disabile, sono state vittime di abusi sessuali da parte di un uomo di 46 anni, che è stato arrestato per violenza sessuale insieme alla madre e al padre delle minori. I genitori sapevano tutto e le vendevano per pochi euro. Il fatto è accaduto nel piccolo paesino di Giovanni in Fiore, in provincia di Cosenza, dove la famiglia vive e dove vive anche l’uomo che, per oltre un anno, ha violentato le due minorenni.

Secondo i carabinieri del comando provinciale di Cosenza, anche una terza sorella, maggiorenne, sarebbe stata vittima delle violenze dell’uomo che agiva con la complicità dei genitori. 

Due sorelle minorenni abusate a Cosenza: i genitori mettevano a disposizione una camera da letto

Nel corso delle indagini avviate dai militari della Stazione cc di San Giovanni in Fiore nei confronti del 46enne è emerso che i presunti abusi sessuali alle due minorenni avvenivano a casa delle vittime, con il consenso dei genitori.

I due, secondo quanto riportato dai carabinieri, mettevano a disposizione dell’uomo una camera da letto e lui in cambio lasciava alla coppia poche decine di euro, dopo aver consumato le violenze. 

Due sorelle minorenni abusate a Cosenza: arrestati i genitori e il 46enne

Sia l’uomo di 46 anni che i genitori sono stati arrestati con l’accusa di concorso in violenza sessuale nei confronti di due minori. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Cosenza, su richiesta della locale Procura, ha disposto l’arresto in carcere nei confronti del presunto autore degli abusi, i domiciliari per la madre delle ragazze e l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei confronti del padre.

Lo stesso giudice ha disposto la sospensione della potestà genitoriale.  

Contents.media
Ultima ora