×

Ecco chi era Massimo Bochicchio, il broker morto all’Eur

Un personaggio salito alla ribalta delle cronache giudiziarie per il denaro "sottratto" ai famosi: ecco chi era Massimo Bochicchio, il broker morto all’Eur

Massimo Bochicchio

Massimo Bochicchio, il 56enne broker morto all’Eur in un tragico incidente stradale con la sua moto Bmw, era un personaggio noto negli ambienti della cronaca e giudiziari: l’uomo infatti  era conosciuto come “il truffatore dei vip” e sarebbe dovuto andare a processo domani.

Il sinistro che ha ucciso Bochicchio è avvenuto nella giornata del 19 giugno a Roma, lungo la via Salaria, quando la due ruote guidata dalla vittima era andata a fuoco per uno schianto contro il muro dell’aeroporto. 

Chi era Massimo Bochicchio 

E la tragedia si è consumata nel mezzo delle due ore di libertà quotidiana che l’uomo aveva dagli arresti domiciliari. Bochicchio era infatti accusato di diverse truffe a personaggi famosi, in particolare del mondo dello sport.

A Piazzale Clodio era atteso per diversi capi di accusa a suo a carico, fra cui quello di attività finanziaria abusiva e riciclaggio internazionale

La truffa, la fuga e la latitanza

A suo tempo, secondo quanto contestato dalla Procura e da decine di parti lese, Bochicchio prelevò senza autorizzazione circa 500 milioni di euro ad alcuni personaggi del calcio. Il processo, ormai per laga parte inutile dato che la morte estingue il reato, nasce a seguito della denuncia di 34 persone a cui Bochicchio avrebbe promesso di far aumentare il capitale.

Non accadde e invece l’uomo sparì con il denaro. A luglio 2021 il 56enne venne arrestato dall’Interpol a Giacarta, in Indonesia, dopo una latitanza tra Hong Kong e Singapore

Contents.media
Ultima ora