Dolce e Gabbana, banditi da e-commerce in Cina
Dolce e Gabbana banditi dagli e-commerce in Cina
Economia

Dolce e Gabbana banditi dagli e-commerce in Cina

Dolce e Gabbana e-commerce Cina
Dolce e Gabbana e-commerce Cina

Dopo l'annullamento della sfilata a Shanghai, Dolce e Gabbana sono stati banditi dai principali siti di e-commerce cinesi.

Continua la bufera che ha investito Dolce e Gabbana in Cina. Dopo l’annullamento della sfilata a Shanghai, gli stilisti sono stati “banditi” dai principali siti di e-commerce cinesi. A riportarlo è il sito web jinronghu.com. I capi firmati da D&G sarebbero spariti da colossi locali come Tmall, Jd.com e Sunin. Ma anche alcuni grandi siti cross-border avrebbero partecipato al boicottaggio, tra cui NetEase Kaola e Ymatou. L’elenco comprende anche compagnie di beni di lusso come Secoo, Vip.com e Yhd.com.

Stefano Gabbana “Sono stato hackerato”

Sui social locali, come Weibo (considerato la versione cinese di Twitter), l’hashtag D&G ha rapidamente raggiunto le vette dei trending topics. Molti utenti hanno definito i due stilisti italiani “razzisti e sessisti” a causa del contenuto dei loro spot.

In risposta alle critiche, Stefano Gabbana avrebbe accusato la Cina di essere “una mafia maleodorante, sporca e inquinante” attraverso alcuni commenti su Instagram. L’episodio è testimoniato da alcuni screenshot diffusi sui social.

Ma lo stilista ha prontamente preso le distanze da quelle parole e ha dichiarato di essere stato hackerato. “Il mio account Instagram è stato violato. Il mio ufficio legale sta lavorando su questo. Amo la Cina e la cultura cinese. Mi dispiace tanto per quello che è successo”, ha commentato.

Post Stefano Gabbana

Secondo quanto riferito in due post pubblicati sul profilo Instagram di Dolce e Gabbana, anche la pagina del marchio sarebbe stata violata dagli hacker. “Il nostro ufficio legale sta indagando con urgenza. Siamo molto dispiaciuti per ogni disagio causato da questi post non autorizzati. Non proviamo altro se non rispetto per la Cina e per i suoi abitanti”.

Post Dolce e Gabbana 1

“Il nostro sogno era portare a Shanghai un evento-tributo dedicato alla Cina, che sapesse raccontare la nostra storia e la nostra visione”, continuano gli stilisti. “Non era semplicemente uno spettacolo di moda, ma qualcosa che abbiamo creato con amore e passione per la Cina e per tutte le persone che, nel mondo, amano Dolce e Gabbana. Quello che è successo oggi è stato davvero spiacevole non solo per noi, ma anche per le persone che hanno lavorato giorno e notte per dare vita a questo evento”.

Post Dolce e Gabbana 2

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Diadora Cyclette Lux Rigenerata
129 €
325 € -60 %
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Burberry Cofanetto Regalo Profumo Burberry Weekend For Men + All Over Shampoo
39.5 €
Compra ora
Y Not? Borsa Donna a Tracolla Y NOT J-331 Champs Elysees
43 €
86 € -50 %
Compra ora
Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 946 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.