Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Tria e il nuovo piano economico: semplificazioni e agevolazioni
Economia

Tria e il nuovo piano economico: semplificazioni e agevolazioni

Sbloccare gli appalti e creare nuove risorse sono i due punti cardine del nuovo piano economico proposto da Giovanni Tria.

Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, ha studiato ad un piano molto particolare per cercare di rilanciare la crescita economica del nostro paese. La sua idea è quella di ridurre alcune pratiche burocratiche attraverso la semplificazione, cercare di aumentare gli incentivi fiscali, favorire nuovi investimenti ed inoltre sbloccare gli appalti.

Il piano economico e finanziario proposta da Tria si distanzia parecchio da quelli classici. Infatti, non si parla di tagli e di ‘stringere la cinghia’, ma appunto di finanziare nuove spese e procedere con nuove agevolazioni fiscali.

Le misure

Il piano è stato consegnato venerdì 15 marzo 2019 direttamente al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ed è stato “concordato a livello di governo e unitario”. L’obiettivo primario è quello di dare un nuovo slancio alle attività e di rovesciare completamente la recessione di inizio 2019.

Le prime misure da adottare riguardano un aumento delle spese, che servirà per finanziare il fondo, già esaurito, per i comuni molto piccoli.

Il punto più importante riguarda, però, gli appalti pubblici, cercando di allargare a 5 milioni di euro la soglia degli appalti per le gare europee, le quali sono applicate anche per lavori di decine di migliaia di euro.

Un altro obiettivo: creare nuove risorse

Un altro grande ed importante obiettivo è quello di stanziare nuove risorse alla popolazione, come quella dei super ammortamenti degli investimenti delle grandi imprese. Fondamentale nel piano economico sarà anche cercare di aiutare le imprese nell’acquisto di beni strumentali. Un’altra manovra atta alla riduzione dei costi delle aziende sarà quella di ridurre il costo del lavoro, cercando di ridurre i premi d’assicurazione contro gli infortuni.

Invece, per quanto riguarda la spesa pubblica, Tria ha in mente stanziamenti per il dissesto idrogeologico del sud Italia e aiuti alle famiglie, come le agevolazioni sull’acquisto della prima casa.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

vita
Economia

Polizze vita: sempre più adesioni in Italia

22 Luglio 2019 di Sabrina Rossi
In parte per il diffondersi di una maggiore necessità di sicurezza, in parte per tutelare la propria famiglia nei confronti di qualsiasi genere di imprevisto, le polizze vita costituiscono oggi…
Fabio Rossi
Fabio Rossi, varesotto classe 95. Cresciuto con un pallone sottobraccio, un grande amore per lo sport a cui affianca una passione per cinema e musica.
Contatti: Mail