CODICE LEI: Cosa è e come richiederlo | Notizie.it
CODICE LEI: Cosa è e come richiederlo
Economia

CODICE LEI: Cosa è e come richiederlo

codice lei
codice lei

LEI è un acronimo inglese che sta per Legal Entity Identifier (Identificativo Entità Legale) si tratta di un codice di 20 cifre alfanumerico soggetto allo standard ISO 17442, attraverso il quale è possibile identificare un ente. Questo codice è in vigore dal Luglio 2018 ma ancora non è molto diffusa la conoscenza di questo codice al grande pubblico. Vediamo di chiarire in questo articolo di cosa si tratta e a cosa serve.

Il codice LUI è previsto dalla direttiva MiFID 2, anche in questo caso si tratta di un acronimo inglese che sta per Markets in financial instruments directive, un direttiva imposta dalla Commissione Europea al fine di vigilare e tracciare i servizi erogati da enti finanziari. Il fine ultimo di questa direttiva è di garantire una maggiore protezione agli investitori e risparmiatori. La direttiva MiFID 2 impone agli stati membri della UE di monitorare e gestire attraverso l’applicazione di un regolamento i servizi finanziari di enti che operano all’interno della UE. Il documento chiarisce tra le altre cose il ruolo della consulenza finanziaria, impone alle società che offrono servizi finanziari di fornire il proprio numero LEI.

Il codice LEI potremmo semplificare che è come un codice fiscale della società finanziaria e per ottenerlo deve registrarsi presso Infocamere o attraverso dei siti specializzati. L’ottenimento del codice è sottoposto ad una serie di parametri che devono essere in linea con le normative imposte del MiFID 2, ha un costo di attivazione e un costo di rinnovo annuale. Il codice LEI è necessario ai soggetti iscritti al Registro delle Imprese, alle società che gestiscono dei fondi di investimento,fondi pensione italiani e tutti gli Enti diversi dai precedenti che risiedono in Italia e sono soggetti all’obbligo di reporting. In un momento storico nel quale molte istituzioni finanziarie hanno perso la propria autorevolezza e il calo di fiducia dei risparmiatori è divenuto palpabile, questa normativa mira alla introduzione di un maggior controllo da parte dell’autorità europea (ESMA) e delle autorità italiane: Consob e Banca d’Italia che avranno la possibilità di sospendere la vendita degli strumenti finanziari se ritenuti minacciosi per i gli investitori.

Quali sono le società che hanno bisogno del codice LEI?

Il codice LEI è obbligatorio per tutte quelle entità coinvolte in transazioni finanziarie che acquistano o vendono strumenti finanziari (azioni, obbligazioni, warrant, titoli di stato e derivati, Futures, Forex), in pratica serve a questo tipo di organizzazioni:

  • Organizzazioni no profit.
  • Aziende registrate, incluse filiali registrate
  • Società di fondi d’investimento
  • Agenzie e organizzazioni governative.
  • Proprietari individuali (soggetti che appaiono nel registro locale)

Struttura del codice LEI

Il codice LEI è standardizzato con il certificato ISO 17442. Consiste in una combinazione di 20 numeri e lettere ed è composto dalle seguenti parti:

1. LOU ID

2. 0.0.

3. Identificatore di entità

4. ID di Verifica

I numeri da 1-4 mostrano sempre l’ID dell’unità operativa locale che ha emesso il codice LEI.

I numeri 5-6 hanno sempre un valore di 0.

I numeri / lettere da 7 a 18 sono unici per ogni entità.

I numeri 19-20 sono a scopo di verifica.

Tempistiche e metodi di pagamento per ottenere il codice LEI

Per quanto riguarda la velocità di ottenimento del codice LEI sappiamo che dal momento della presentazione della domanda al suo ottenimento potrebbero passare 7 giorni,attraverso il servizio offerto da Registro LEI il codice è ottenibile in qualche ora. Si può presentare domanda e fare il pagamento sia con bonifico bancario che con Paypal o carta di credito ed essere pienamente operativi in poche ore.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche