×

Istat, a maggio disoccupazione al 9,9%: record occupazione

Condividi su Facebook

L'occupazione sale al 59%, il valore più alto da quando l'Istat ha cominciato a monitorare il mercato del lavoro.

disoccupazione

Gli ultimi dati (provvisori) dell’Istat fanno sperare che in Italia il mercato del lavoro si stia pian piano riprendendo. Dopo la sostanziale stabilità registrata ad aprile, a maggio 2019 infatti la stima degli occupati risulta in crescita rispetto al mese precedente (più 0,3 per cento, pari a più 67 mila). Cala la disoccupazione, toccando il valore più basso dal febbraio del 2012.

Cresce l’occupazione

Da via Cesare Balbo si anticipa quindi che il tasso di occupazione è salito al 59 per cento (più 0,1 punti percentuali), il valore più alto mai registrato dal 1977 (da quando cioè sono disponibili le serie storiche).

Questo aumento riguarda però soprattutto gli ultracinquantenni (più 88 mila) mentre sono in calo 35-49enni (meno 34 mila unità).

La crescita inoltre è concentrata soprattutto tra gli uomini (più 66mila). In diminuzione anche le persone in cerca di occupazione, in tutte le fasce d’età tranne per quella dei 35-49enni.

Scende la disoccupazione

A calare però anche il tasso di disoccupazione, pari al 9,9 per cento (meno 0,2 punti percentuali). Si tratta del valore più basso dal febbraio del 2012. A maggio è sceso anche il tasso di disoccupazione giovanile, che tocca così il 30,5 per cento, in flessione di 0,7 punti percentuali rispetto al mese precedente e dell’1,7 per cento su base annua.

L’Istituto di statistica sottolinea quindi che nei dodici mesi, la crescita degli occupati si accompagna a un notevole calo dei disoccupati (meno 6,9 per cento, pari a meno 192 mila unità) e a una sostanziale stabilità degli inattivi tra i 15 e i 64 anni.


Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche