×

Tredicesima 2019 per gli invalidi civili: quando arriva e come si calcola

Quando arriva il versamento della tredicesima mensilità del 2019 per gli invalidi civili: come si calcola e i dettagli su bonus e accompagnamento.

tredicesima 2019 invalidità civile
tredicesima 2019 invalidità civile

Ogni anno con l’avvicinarsi del Natale in molti attendono di ricevere la tredicesima mensilità. Tra questi, anche gli invalidi civili: vediamo dunque quando arriva la tredicesima 2019, come si calcola e se comprende il bonus di fine anno.

Tredicesima 2019, invalidi civili: quando arriva

Percepisce una pensione di invalidità civile pagata dall’Inps chi è affetto da patologie congenite o chi, per diversi motivi nel corso della vita, ha acquisito un danno fisico, mentale e sensoriale tale da non permettergli di svolgere la normale vita quotidiana e attività lavorativa. La pensione d’invalidità civile viene erogata dopo aver presentato la domanda e solo in presenza di alcuni requisiti.

Come tutti i pensionati, anche all’invalido civile spetta la tredicesima, che corrisponde a una mensilità aggiuntiva alla pensione. In pratica, a fine anno si ricevono insieme due mensilità Inps.

La tredicesima 2019 agli invalidi civili viene erogata il 2 dicembre sia se viene accreditata su un conto postale che su un conto bancario. Ciò perché quest’anno il 1° dicembre cade di domenica e di conseguenza si posticipa il pagamento al primo giorno utile successivo alla festività.

Come si calcola la tredicesima 2019 per gli invalidi civili

Per conoscere l’importo della gratifica natalizia degli invalidi civili occorre moltiplicare la pensione mensile al lordo per i mesi di pensionamento che fanno riferimento a un anno intero o a frazioni; dopodiché, dividere per dodici. Quindi si prende l’ammontare lordo annuo e si divide per dodici così da ottenere la pensione mensile lorda.

Prendiamo per esempio la pensione annua lorda di un invalido civile di 4.000€ con un pensionamento riconosciuto dal 2016.

La tredicesima al lordo sarà di 333,333€ ossia la pensione annua lorda di 4.000 divisa le dodici mensilità contenute in un anno.

Facciamo un altro esempio, la pensione lorda è sempre di 4.000€ ma con mensilità percepite da aprile 2019. La tredicesima lorda sarà di 444,444€ vale a dire la pensione lorda di 4.000€ diviso nove ossia le mensilità percepite nell’anno.


Le modalità di tassazione

Una volta calcolati gli importi lordi bisogna capire quanto effettivamente spetta di tredicesima al netto delle imposte. A tal proposito bisogna sapere che la tassazione della tredicesima è diversa rispetto all’assegno di invalidità civile. Mentre nel primo caso la tredicesima viene tassata con l’aliquota Irpef che fa parte dello scaglione finale di appartenenza, nel secondo caso le aliquote sono scaglionate e più basse.

Per capire meglio prendiamo in considerazione l’esempio precedente.

Un invalido civile con una pensione lorda di 4.000€. In questo caso l’aliquota Irpef è del 23% appartenente al primo scaglione fino a 15.000€. Si avrà 920€ annui, circa 76,66€ mensili. Di conseguenza su un lordo previdenziale di 333,33€ si avrà una tredicesima netta di 256,67.

Invalidi civili: bonus e indennità d’accompagnamento 2019

Anche per l’anno 2019 la Legge Finanziaria prevede un bonus riconosciuto ai pensionati che rientrano in un limite di reddito e che viene corrisposto insieme alla tredicesima e alla mensilità di dicembre. È dal 2001 che i pensioanti ricevono l’integrazione di un importo massimo di 154,94€. Ma non a tutti, poiché chi percepisce una pensione d’invalidità civile è esonerato.

Occorre far chiarezza anche sull’indennità di accompagnamento che viene pagata a tutti gli invalidi civili totalmente inabili per problemi fisici e psichici a cui è stata riconosciuta un’invalidità del 100%. Per poter usufruire dell’assegno, l’invalido deve trovarsi nell’impossibilità di muoversi in modo indipendente o non essere in grado in maniera automa di compiere le attività quotidiane senza avere una continua assistenza. L’importo dell’assegno mensile è di 516,35€. Visto che l’indennità spetta all’accompagnatore, ossia a chi si prende cura dei bisogni dell’invalido, non è prevista la tredicesima.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche