×

Coronavirus, Google dona 800 milioni di dollari per l’emergenza

Condividi su Facebook

Emergenza coronavirus, il colosso Google dona altri 800 milioni di dollari per aiutare nel contrasto dell'epidemia.

coronavirus mappa google spostamenti

Emergenza coronavirus, Google dona 800 milioni di dollari a supporto di piccole e medie imprese, organizzazioni sanitarie e governi. Un contributo che verrà in parte versato anche all’OMS sottoforma di crediti pubblicitari nell’aiuto della diffusione d’informazioni sulla prevenzione del Covid-19.

La donazione di Google

A fronte dell’emergenza coronavirus, Google annuncia un nuovo contributo da oltre 800 milioni di dollari a supporto di piccole e medie imprese, organizzazioni sanitarie e governi. Un contributo che include 250 milioni di dollari in crediti pubblicitari per l’aiutare l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e oltre 100 agenzie governative a livello globale affinché possano essere diffuse informazioni su come prevenire la diffusione del Covid-19, insieme ad altre misure per aiutare le comunità locali.

Un aumento di 25 milioni di dollari rispetto alla cifra annunciata qualche settimana fa, che si andrà ad aggiungere agli altri 20 milioni di dollari in crediti pubblicitari a disposizione delle istituzioni finanziarie dedicate allo sviluppo delle comunità, per annunci di pubblico servizio e risorse per le Pmi.

Saranno ben 340 milioni i crediti per Google Ads, fruibili fino alla fine del 2020 e disponibili per tutte le Pmi attivate nell’ultimo anno. Tali crediti verranno visualizzati nei singoli account Google Ads e utilizzabili in ogni piattaforma pubblicitaria dell’azienda.

Fondi per tutti

Un investimento da 200 milioni di dollari a supporto delle Ong e delle istituzioni finanziarie di tutto il mondo per aiutare l’accesso al credito a tutte le piccole imprese. Tale fondo si aggiunge ai 15 milioni di dollari di sovvenzioni in denaro che Google.org sta già fornendo alle Ong per contribuire a colmare le lacune del finanziamento delle Pmi. Alle istituzioni accademiche e ai ricercatori sono destinati altri 20 milioni di dollari in crediti Google Cloud al fine di utilizzare le risorse computazionali dell’azienda stessa e alla sua infrastruttura per lo studio di potenziali terapie e vaccini, per tenere traccia dei dati e identificare altri metodi per contrastare il coronavirus.

Per richiedere tali crediti è sufficiente andare sul sito di Google for Education. Mountain View, inoltre, ha deciso di aumentare fino a 10.000 dollari il contribuito che Google ha offerto per raddoppiare le donazioni di ciascun dipendente, che aveva stanziato un tetto massimo – in precedenza – di 7.500 dollari. Ogni dipendente avrà così la possibilità di donare fino a 20.000 dollari alle Ong della sua comunità, in aggiunta ai 50 milioni già donati da Google.org.

Nata a Senigallia, classe 1994, è laureata all'Accademia di Belle Arti di Brera ed ha frequentato l'Ecole Supérieur de Journalisme. Oltre che con Notizie.it, collabora con Waamoz.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Lavinia Nocelli

Nata a Senigallia, classe 1994, è laureata all'Accademia di Belle Arti di Brera ed ha frequentato l'Ecole Supérieur de Journalisme. Oltre che con Notizie.it, collabora con Waamoz.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.