×

Le più grandi kermesse di poker sospese per l’emergenza Coronavirus

Condividi su Facebook

Rinvii, slittamenti e sospensioni per tutte le grandi kermesse di poker a causa dell'emergenza Coronavirus. Rimane ancora in sospeso la questione sulle WSOP 2020, il torneo più importante al mondo. Vediamo le novità.

Coronavirus, sospese le kermesse di poker
Rinvii, slittamenti e sospensioni per tutte le grandi kermesse di poker a causa dell'emergenza Coronavirus

L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo nelle ultime settimane non ha risparmiato nemmeno il mondo del poker, al punto che le più grandi kermesse hanno già annunciato una sospensione degli eventi in programma. Tra rinvii e slittamenti, sarà difficile trovare delle nuove date ma quel che è certo è che sarà ancora più complicato – se non impossibile – evitare di adeguarsi alla situazione. Gli annunci ufficiali del resto sono già arrivati, ma non da tutti. Rimane infatti ancora in sospeso la questione sulle WSOP 2020: il torneo di poker più importante del mondo non è ancora stato rinviato ed il vice presidente Seth Palansky ha escluso categoricamente una cancellazione totale dell’evento.

Quello che stiamo vivendo è sicuramente un momento difficile, anche per gli appassionati di poker che in queste ultime settimane viaggiano nell’incertezza e hanno visto numerosi tornei sospesi o addirittura cancellati. Non a caso sono aumentati gli accessi ai portali di casinò online, visto che sono ancora moltissime le persone costrette a rimanere in casa.

EPT e BSOP rinviate a data da destinarsi

Le kermesse di poker di cui è stato confermato il rinvio sono sicuramente l’EPT di Monte Carlo e le BSOP a San Paolo. I tornei in programma quindi non si faranno fino a quando l’emergenza coronavirus non sarà rientrata e non si potrà tornare a giocare in totale sicurezza. Parliamo di due eventi dal vivo famosissimi nel mondo del poker ed il fatto che siano stati rinviati ci fa comprendere quanto sia necessario prendere delle misure drastiche per contenere la diffusione del virus.

Non si sanno ancora le nuove date per queste due kermesse: dovremo attendere lo sviluppo degli eventi e una nuova riorganizzazione dei calendari che non sarà di certo una passeggiata.

Agli utenti di Pokerstars sono arrivati nei giorni scorsi dei chiarimenti ufficiali. Coloro che si sono qualificati online per questi eventi sono stati contattati dall’assistenza personalmente. Chi invece ha vinto un pacchetto mediante un qualificatore online con denaro reale sarà rimborsato sul proprio account.

WSOP 2020 ancora in forse

Decisamente più complessa è invece la questione delle WSOP 2020 in merito alle quali non sono ancora arrivati dei chiarimenti ufficiali. Quello che sappiamo è che Seth Palansky, vice presidente Corporate Communications delle WSOP, continua ad escludere in modo categorico l’annullamento della kermesse. Il primo torneo è quindi ancora in programma per il 27 maggio 2020: una data che sembra però troppo vicina e che suscita non poche perplessità. Sembra impossibile poter effettivamente iniziare così presto, rispettando il calendario previsto senza alcuno slittamento.

Quel che è certo è che gli organizzatori non hanno mai nemmeno preso in considerazione di annullare le WSOP 2020, quindi quasi sicuramente i tornei si faranno. Rimane da capire quando si terrà il primo, perché un eventuale slittamento rappresenterebbe un problema non da poco. La manifestazione infatti dura 8 settimane e per il momento sembra davvero difficile riuscire a posticipare gli appuntamenti perché il centro congressi di Caesars ha già un calendario pieno di prenotazioni. Non ci rimane dunque che aspettare una notizia ufficiale, che speriamo arrivi il prima possibile.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Contents.media