×

Pronto il modulo per il fondo di garanzia, ma il sito è in tilt

Fondo di garanzia, il modulo per la domanda per richiedere prestiti fino a 25mila dalle imprese è pronto, ma il sito è in tilt.

coronavirus fondo di garanzia modulo

Fondo di garanzia, è pronto il modulo per la domanda dei prestiti fino a 25mila euro, destinati alle Pmi: così, con il Decreto Liquidità, l’Italia cerca di reagire all’emergenza coronavirus. Dopo l’ok della commissione UE, non resta che dare il via alla macchina burocratica che consentirà agli imprenditori di poter richiedere questo speciale prestito.

Ma l’inizio non è certamente dei migliori: nella giornata di martedì 14 aprile, infatti, il sito dedicato alla richiesta per questi prestiti è andato in tilt. Si tratta del portale “fondidigaranzia(clicca qui per scaricare il modulo), indicato dal Mise per poter accedere e inoltrare la domanda. Numeri alla mano, sono oltre 5 milioni le Pmi attive in Italia. Per i finanziamenti che, invece, superano la soglia dei 25.000 euro si dovrà invece aspettare gli altri moduli.

Fondo di garanzia, modulo pronto

L’annuncio sulla disponibilità dei moduli domanda per poter accedere ai prestiti è arrivato proprio dal Mise. È disponibile on line, infatti, il modulo per la richiesta di garanzia fino a 25mila euro, che il beneficiario dovrà compilare e inviare per mail (anche non certificata) alla banca o al confidi al quale si rivolgerà per richiedere il finanziamento.

L’annuncio, dato dal Ministero, arriva dopo il via al Decreto Liquidità. Si tratta di un modulo composto da nove pagine.

Inoltre, i fondi di garanzia arrivano proprio nella giornata in cui Confcommercio delinea un quadro tutt’altro che roseo. E il presidente dell’associazione, Carlo Sangalli, chiede a gran voce liquidità immediata e interventi a fondo perduto, con la speranza di una scarsa burocratizzazione dei procedimenti. Le banche assicurano che si tratterà di pochi giorni.

Basta la verifica formale da parte della banca del rispetto dei requisiti previsti da Decreto Liquidità in base al “modulo economico-finanziario” presentato.

Bonus per gli autonomi

Per quanto riguarda le prestazioni destinate agli autonomi e i vari congedi, dovrebbero essere prorogate con un nuovo decreto legge che il governo varerà entro aprile. L’indennità per i lavoratori autonomi dovrebbe salire a 800 euro, ma potrebbe essere legata a criteri selettivi (Isee o calo del fatturato) mentre si discute l’introduzione di un Reddito di emergenza per tutelare anche i lavoratori in nero.

Contents.media
Ultima ora