×

Coronavirus, sì alla sospensione Rc auto con emendamento M5S

Il Movimento 5 Stelle ha proposto al Governo un emendamento per la sospensione dell'Rc durante l'emergenza Coronavirus.

Coronavirus, sospensione Rc: l'emendamento dei grillini
Con un emendamento del M5S potrebbe avvenire la sospensione dell'Rc per tutte le compagnie assicurative, durante l'emergenza Coronavirus.

Grazie ad un emendamento del Movimento 5 Stelle, è possibile la sospensione dell’Rc auto durante il Coronavirus. Prima di questa svolta il Governo aveva esteso da 15 a 30 giorni, dopo la scadenza della polizza, il periodo di tolleranza ovvero entro il quale le assicurazioni sono tenute a risarcire il danno.

Sospensione dell’Rc auto durante il Coronavirus

Secondo i dati sulla circolazione, gran parte delle auto e moto italiane sono ferme da settimane, dato per il quale si abbassa anche il numero di incidenti stradali.

I premi assicurativi non sono però diminuiti, ma UnipolSai ha lanciato un’iniziativa unilaterale per concedere ai propri clienti un bonus di un mese. Il voucher ha un importo pari a un dodicesimo del premio pagato ed è utilizzabile come riduzione di prezzo al momento del rinnovo. La compagnia bolognese è l’unica che ha concesso tale opportunità ai propri clienti.

La proposta del M5S

Per questi motivi, alcuni deputati del Movimento 5 Stelle hanno presentato un emendamento al DL Cura Italia, emesso il 17 marzo 2020. Questo contiene l’estensione del periodo di tolleranza ed è stato approvato in Senato, ma resta in attesa del verdetto della Camera per consentire a tutti gli assicurati di sospendere gratuitamente la polizza.

La sospensione decorrerà dalla ricezione della richiesta, da parte della compagnia assicurativa, e durerà fino al 31 luglio 2020.

Tale blocco potrà essere sospeso in qualsiasi momento e la polizza Rc sarà prorogata di un numero di giorni pari a quelli non usufruiti. L’unica condizione da rispettare è il divieto di circolazione del mezzo e l’obbligo di farlo stazionare in box, non sarà quindi possibile lasciarlo in strada né all’aria aperta.

Contents.media
Ultima ora