×

Sanificazione auto: non esiste nessuna tassa Covid-19

Condividi su Facebook

Un contributo di 20-40 euro in più per giustificare la tassa covid sulla sanificazione auto. La denuncia arriva da Codacons.

sanificazione-auto-tassa-covid
Sanificazione auto e tassa Covid

Una tassa Covid-19 per la sanificazione dell’auto. È questa l’ultima trovata da parte di molte officine italiane che viene denunciata da Codacons. Dopo la cosiddetta ‘tassa Covid’ praticata da parrucchieri e centri estetici spunta la “tassa di sanificazione” imposta da varie autofficine ai clienti.

La denuncia arriva direttamente dall’associazione consumatori Codacons che evidenzia: “Arrivano denunce da parte di cittadini di tutta Italia che hanno portato la propria vettura presso un’officina per il tagliando periodico o per riparazioni o manutenzione e si sono visti imporre costi di sanificazione obbligatoria sulle auto, mediamente da 20 a 40 euro, totalmente ingiustificati e illegittimi”.

Per il Codacons è una pratica del tutto illegale contro la quale presenteranno un esposto come rappresentanza di categoria consumatori: “Denunceremo tutto ad Antitrust e Guardia di Finanza – spiega il presidente Carlo Rienzi – Non esiste alcuna norma che obbliga i consumatori a sanificare la propria autovettura presso le officine, né che vincoli i tagliandi o le riparazioni al pagamento di “tasse” legate al Covid”.

Sanificazione auto: tassa Covid?

A raccogliere la denuncia di Codacons è Confartigianato Autoriparazione, categoria di rappresentanza delle Autofficine.

“Non vogliamo passare per quelli che se ne approfittano – spiega Alessandro Angelone, presidente Confartigianato autoriparazione – la nostra linea è di non applicare costi aggiuntivi ai clienti e di assicurare gratuitamente l’igienizzazione della vettura attraverso uno spray sulle zone di contatto come sedili, volante, pomelli e freno a mano”.

Il trattamento di sanificazione a base di ozono è obbligatorio? Assolutamente no: “Ogni impresa fa come ritiene più opportuno – continua Angelone – ma non possiamo che censurare l’obbligatorietà di un trattamento di sanificazione che dovrebbe essere solo a discrezione del cliente”.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.