×

Voli aerei, quando una tratta Milano-Palermo non è per nulla low cost

Condividi su Facebook

Nell'estate 2020 non tutti i voli aerei sono accessibili. Molti viaggiatori, come Orlando, hanno denunciato la discrepanza delle tariffe in Italia.

I voli aerei non sono tutti uguali: alcuni sono low cost, altri costano di gran lunga di più se si compara la tratta con altre internazionali. È quello che ha denunciato Andrea Orlando, membro di Fineco Private Banking e consulente finanziario specializzato in investimenti e pianificazione patrimoniale.

Voli aerei e low cost: non sempre

Giuseppe Orlando ha preso in esame diverse tratte: “Milano Miami 456 euro, Milano New York 461, Milano Tokyo 541, Milano Singapore 387, Milano Dubai 148 euro. E poi, Milano Palermo 449 euro” scrive in un post su LinkedIn. Come fa notare, “con 6 euro in più vado a Miami, con 12 a New York, con 92 a Tokyo“. Con la riapertura dei cieli a partire dal 14 giugno scorso, i prezzi dei biglietti sono più cari, ma i voli sono diminuiti.

L’aumento dei prezzi non è legata all’incidenza del traffico: come ha indicato Il Sole 24 ORE, anche una tratta Roma-Catania con volo Alitalia può costare di più di una tratta da Roma a Parigi.

Ripartono gli aerei, ma a singhiozzo

Riaperte le frontiere dal 15 giugno, sono ripresi anche i viaggi internazionali. Le compagnie low cost come Ryanair sono ripartite dal 21 giugno. Per le tratte economiche è ufficialmente iniziata la Fase 3, con aeroporti riaperti, ma non tutte le destinazioni sono accessibili.

Diverse compagnie hanno ripristinato i loro voli e l’obiettivo è proprio potenziare le tratte in vista dell’estate. Intanto, l’Italia resta la meta preferita per le vacanze estive.


Il Belpaese, colpito dal coronavirus, resta simbolo del relax e accoglie il desiderio di evasione dopo i mesi difficili del lockdown.

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Marco Grieco

Marco Grieco, lucano classe 1987, è giornalista. Archeologo di formazione, è cresciuto a pane e giornalismo. Ha conseguito un master in giornalismo alla Eidos Communication di Roma e uno in comunicazione culturale alla Business School del Sole 24ORE. Collabora con TPI, L'Osservatore Romano e The Vision. Si occupa di inchieste sociali e politica estera, ma non disdegna la cultura e i temi pop. Curioso, ha un podcast di approfondimento giornalistico, Point of News, dove ama dare occhi e voce alle notizie nel mondo. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.