×

Recovery Fund ok, ma taglio di fondi alla ricerca per 8,5 mld

Condividi su Facebook

Ammonta a ben 8,5 miliardi in meno il taglio dei fondi alla ricerca scientifica europea. Mondo accademico in fibrillazione.

Altri tagli alla ricerca scientifica europea
Altri tagli alla ricerca scientifica europea

Sul Recovery Fund è stato raggiunto all’alba un accordo che molti hanno etichettato storico e che sciorinerà risorse per un totale di 750 miliardi di euro tra prestiti e sussidi e di cui la sola Italia porta a casa 209 miliardi.

Festa grande ed esplosioni di gioia, ma forse non tutti sanno che il Recovery Fund – pensato come strumento per fronteggiare le devastanti ferite aperte dalla pandemia nelle fragili economie europee – effettuerà un taglio dei fondi per la ricerca scientifica europea. La forbice che si abbatterà sulla ricerca dimezzerà gli stanziamenti per 8,5 miliardi di euro, anche se i finanziamenti a lungo termine in materia nel quinquennio a venire 2021-2027 si mantengono stabili sulla cifra totale di 1.074,3 miliardi di euro.


Taglio fondi ricerca scientifica europea

Gli assi di finanziamento alla ricerca sono contenuti nel programma scientifico europeo Horizon Europe. Si tratta di uno specifico piano d’intervento del Quadro finanziario pluriennale (Qfp), vale a dire il bilancio Ue del prossimo quinquennio 2021-2027 per il quale, sotto la voce Ricerca e Innovazione (R&I), il Parlamento europeo aveva dichiarato di stanziare 120 miliardi, ridottisi successivamente a 80 mld a febbraio 2020 per sollevarsi di poco per mano della Commissione all’interno del Next Generation Ue fino ad arrivare alla soglia di 94,4 miliardi.

Per molti ricercatori e scienziati tagliare i fondi alla ricerca dopo aver osservato inermi gli effetti nefasti sulle centinaia di migliaia di morti per Covid appare un atteggiamento masochista e per molti versi anacronistico. “Il presidente del Consiglio europeo e company hanno macellato le proposte per la ricerca, l’innovazione e la salute” fa la voce grossa attraverso il suo account twitter Kurt Deketelaere, segretario generale di Leru (League of European Research Universities).

Per Deketelaere, “questo bilancio è una grande delusione per la comunità R&I dell’UE e una violazione della fiducia tra il mondo accademico e quello politico“. Un mondo politico ed accademico che adesso si stringono sui social per criticare aspramente queste misure sul budget per la ricerca, sul quale si è abbattuto come una mannaia la mano del Recovery Fund portando l’R&I ad un minimo storico inaccettabile. Vedremo se nei prossimi mesi – memori della tragedia del Coronaavirus – le parole spese sui social troveranno un avamposto fatto di battaglie e proteste in sede di Consiglio europeo, perché i tagli fondi ricerca europea si tradurranno in tutta una serie di drastiche e concatenate riduzioni.

I tagli alla sanità hanno sempre rappresentato una forte minaccia per il monitoraggio di epidemie presenti e future e per le rapide risposte da mettere in campo in situazione di emergenza sanitaria.

Laureato in Scienze delle Comunicazioni, è stato redattore esterno per diverse testate, sia di stampa (‘CalabriaOra’ e ‘Il Meridione’) che online, dove ha trattato di ambiente, cronaca del sociale e cultura. Si occupa di fotografia e scrittura creativa per il web, e collabora come blogger e copywriter. Ha vissuto in Irlanda, Spagna e qualche mese in Tanzania. Calabrese di nascita e carattere (classe 1980), dall’incantevole Diamante (CS) si è trasferito nell’affascinante Andalusia, da dove scrive per Notizie.it e Actualidad.es


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Vincenzo Bruno

Laureato in Scienze delle Comunicazioni, è stato redattore esterno per diverse testate, sia di stampa (‘CalabriaOra’ e ‘Il Meridione’) che online, dove ha trattato di ambiente, cronaca del sociale e cultura. Si occupa di fotografia e scrittura creativa per il web, e collabora come blogger e copywriter. Ha vissuto in Irlanda, Spagna e qualche mese in Tanzania. Calabrese di nascita e carattere (classe 1980), dall’incantevole Diamante (CS) si è trasferito nell’affascinante Andalusia, da dove scrive per Notizie.it e Actualidad.es

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.