×

Covid, persi 500mila posti di lavoro in Italia

Condividi su Facebook

In Italia 500mila lavori hanno perso il posto di lavoro durante la pandemia covid, ma a rischio sarebbero oltre 1,5 milioni.

covid posti lavoro persi
covid posti lavoro persi

Secondo i dati riportati dall’Ocse, l’Italia in soli tre mesi ha perso 500mila posti di lavoro a causa del covid. Si tratta dell’andamento peggiore riscontrato in tutti i paesi europei. A causa del lungo lockdown e delle diffcoltà logistiche, il coronavirus ha fatto aumentare il tasso di disoccupazione dal 5,3% di gennaio all’8,4% di maggio.

Covid, perso mezzo milione di posti

È preoccupante l’ultimo bilancio riportato dall’Ocse sul tema covid: in soli tre mesi, l’Italia ha perso 500mila posti di lavoro. I dati sono stati illustrati dall’economista Andrea Garnero nel webinar promosso lo scorso giovedì 23 luglio all’Università Cattolica di Milano.

Secondo quanto spiegato dal Dipartimento di Economia e Finanza, la pandemia avrebbe colpito gravemente soprattutto il Belpaese, registrando un andamento peggiore rispetto agli altri paesi europei.

L’impatto con il coronavirus e le scelte conseguite per via del lockdown hanno ridimensionato il mercato del lavoro. Più nello specifico, se a gennaio si registrava un tasso di disoccupazione del 5,3%, a maggio si registra un rialzo a 8,4%.

Forte rischio

Gli esperti avvertono che nei prossimi mesi le disuguglianze potrebbero colpire ancor di più i lavoratori vulnerabili, tra i quali i giovani. Da febbraio a maggio, il tasso di disoccupazione giovanile è passato da 11, 2% al 17,6%.

Un dato che sarebbe destinato ad aumentare nei prossimi mesi.

In caso di una seconda ondata del virus prevista per settembre/ottobre, in Italia si rischierebbe un nuovo lockdown, con conseguente perdita del posto di lavoro per oltre 1,5 milioni di lavoratori entro fine 2020.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Contents.media