×

Covid: tra divieti e crisi, un italiano su 4 non farà regali di Natale

Crisi degli acquisti natalizi: secondo i dati diffusi dall'Unione nazionale consumatori un italiano su quattro quest'anno non farà regali.

Crisi regali natalizi
Un italiano su quattro non farà regali di Natale a causa della pandemia

Tra i divieti di spostamento, le chiusure delle attività e la crisi economica, il Covid ha ripercussioni sulla tradizione dei regali di Natale: quest’anno, un italiano su quattro rinuncerà agli acquisti natalizi.

Crisi: uno su quattro non fa regali di Natale

Secondo l’Unione nazionale consumatori, a rimetterci saranno tutti i tipi di beni, esclusi i giocattoli. Inoltre, questo dicembre, solo il 17,3% della tredicesima mensilità sarà destinato ai regali natalizi, mentre oltre il 67% verrà utilizzato per casa, tasse e bollette varie.

I dati

Dall’indagine si registra un calo del budget medio (che scende da 169 euro a 164). Inoltre, aumentano le spese inferiori ai 300 euro (dal 91,6% al 94,2%) e si riducono quelle superiori ai 300 euro (-31%).

Nel complesso, la spesa si ridurrà del 18%: si passerà da circa 9 miliardi di euro dello scorso anno, a 7,3 dell’anno corrente.

La pandemia e l’incertezza economica influiscono anche sui comportamenti degli italiani: infatti, a fine novembre, l’acquisto anticipato è stato effettuato dal 20% dei consumatori (contro il 26% del 2019), mentre è aumentata dal 51,3% al 61% il numero di coloro che preferiscono attendere la prima metà di dicembre.

Una classifica degli acquisti

Secondo l’Unc, basatasi sui dati Istat, i giocattoli sono gli unici acquisti che registrano un aumento nelle vendite. Per tutte le altre spese, invece, si registra un ridimensionamento se paragonate ai Natali scorsi. A seguire i giocattoli sono i prodotti per la cura della persona (come profumi, trucchi, creme e cosmetici). Sul gradino più basso del podio troviamo, poi, gli elettrodomestici. Più in fondo, in undicesima posizione, ci sono alimentari e bevande. Qui è compreso l’aumento di spesa per il pranzo di Natale, ma anche i regali a base di cibo, panettoni, pandori, dolciumi, spumanti.

Nata a Milano il 30 dicembre del 1999, dopo il diploma al liceo linguistico Claudio Varalli ha proseguito gli studi all’Università Statale di Milano nella facoltà di Mediazione linguistica e culturale dove studia inglese e francese.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Annachiara Musella

Nata a Milano il 30 dicembre del 1999, dopo il diploma al liceo linguistico Claudio Varalli ha proseguito gli studi all’Università Statale di Milano nella facoltà di Mediazione linguistica e culturale dove studia inglese e francese.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora