×

Aumenti tasse nel 2021: dalla revisione dell’auto ai pedaggi

Non saranno soltanto le arterie autostradali ad aumentare i costi, ma anche le bollette e la revisione della macchina.

Aumento tasse nel 2021

Nel nuovo anno sono previsti alcuni aumenti sulle tasse: si parte dalla revisione dell’auto e si procede con i pedaggi.

Aumenti delle tasse nel 2021

I rincari dei pedaggi sono soprattutto su alcune arterie autostradali ci sono stati, così come l’aumento del diesel sulle strade ad alta velocità durante l’estate 2020.

Tutto questo, però, potrebbe non bastare visto che nel prossimo anno sono previsti degli aumenti su alcune tasse. Dal 2020, infatti, esistono delle nuove regole per l’IMU che, rispetto ad altre scadenze fiscali, è stato prorogato fino al 28 febbraio 2021 a causa dell’emergenza Coronavirus. Con la legge di bilancio attualmente in vigore è stato unificato l’IMU con la TASI: in questo modo tutti i primi cittadini con la nuova SUPER IMU avranno un potere maggiore nei prelievi su alcune abitazioni che si rifanno a specifiche categorie catastali: si tratta di a/1 che sono le abitazioni signorili, a/8 le ville e a/9 che corrisponde a castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici).

Un altro aumento è previsto anche per la revisione dell’auto. La Commissione Bilancio ha approvato un emendamento che obbliga il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ad aumentare di oltre 10 euro la tariffa, entro il prossimo 30 gennaio 2021. Non si pagherà più 66,88 euro (IVA e altri costi inclusi), ma 79,02 euro: questo sarà il prezzo per revisionare la vettura.

Anche gas e luce

Negli aumenti delle tasse a partire dal 2021 ci sono anche le bollette di luce e gas.

Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore già da ottobre 2020 c’è stato un incremento del 15,6% per la luce e 11,4% per il gas. L’innalzamento sarebbe la conseguenza della ripresa delle attività economiche che avrebbe portato a un aumento dei consumi. Per il prossimo anno aumento dei costi per le auto aziendali. La quota di tasse a carico del lavoratore si valuta in base ai chilometri consumati e ai livelli di anidride carbonica emessi. Si passa dal 40% al 50% per la fascia tra 161 e 190 g/km e dal 50% al 60% per la fascia che parte da 191 g/km.

Benefici all’orizzonte

Con la nuova legge di bilancio del 2021, in ogni caso, non ci sono soltanto oneri, ma anche onori. Nel 2021 ci sarà l’assegno unico per i figli, nel triennio 2021-2023 bonus di 500 euro alle madri sole con un figlio disabile riconosciuto al 60%. Concessi anche 6 mesi in più per accedere al superbonus del 110%, bonus idrico e altri tipi di incentivi per l’acquisto di oggetti come occhiali per chi ha un ISEE inferiore a 10mila euro annui.

Contents.media
Ultima ora