×

Durigon: “Portare il taglio cartelle a 10mila euro”

Durigon: portare il taglio cartelle a 10mila euro. Il sottosegretario al Tesoro illustra gli step salienti del decreto in arrivo fra pochi giorni.

Durigon vuole portare il taglio cartelle a 10mila euro
Claudio Durigon, sottosegretario al Tesoro, anticipa i prossimi provvedimenti

Portare il taglio cartelle a 10mila euro, è una delle proposte avanzate dal sottosegretario al Tesoro Claudio Durigon. Oltre a quella l’esponente leghista del governo ne ha in mente altre. Come un nuovo scostamento di bilancio con il Documento di economia e finanza dopo il Decreto Sostegni da 32 miliardi in arrivo.

Poi con i ristori sul decremento medio di fatturato nel 2020 per oltre 10 miliardi. Quindi con la pulizia del magazzino fiscale fino a 10mila euro. Con essi il rinvio per la plastic tax e un miliardo per la montagna. Lo starter pack di Durigon ha in realtà un valore concreto. Questo perché altro non è che l’anticipazione delle linee guida di un provvedimento che attendono in molti, specie fra l’elettorato leghista.

Taglio cartelle a 10mila euro in Cdm

Ha detto Durigon a La Repubblica: “Siamo a buon punto. Lo siamo considerando che abbiamo ereditato un lavoro ancora da definire del precedente governo. Poi che ci siamo messi all’opera su un provvedimento molto impegnativo. Credo di poter dire che la prossima settimana il decreto andrà in consiglio dei ministri”. E ancora: “Il decreto sostegni prenderà tutti i 32 miliardi previsti dallo scostamento di bilancio.

Tuttavia bisogna considerare una cosa. Cioè che se continueranno azioni di chiusura per frenare la pandemia e ci sarà un conseguente ulteriore indebolimento della rete produttiva, è prevedibile un nuovo scostamento nel Documento di economia e finanza di aprile. Le cifre le metteremo nel Def, non so dirle se saranno 10, 15 o 20 miliardi”.

Partite Iva: addio codici Ateco

In tema di ristori Durigon annuncia la scomparsa dei codici Ateco per la partite Iva. “Intanto finalmente togliamo di mezzo i codici Ateco che hanno creato diseguaglianze e interveniamo su tutte le 2,8 milioni di aziende e partite Iva. Il ristoro sarà calcolato sul decremento di fatturato medio mensile del 2020 rispetto al 2019. Poi in base al decremento ci sarà una formula che quantificherà il rimborso. Naturalmente sarà una operazione una tantum e non sarà esaustiva. Ricordo che la perdita di fatturato per le partite Iva e le imprese è stata enorme: 400 miliardi lo scorso anno. Faremo il possibile e daremo un rimborso pari alla somma dei quattro ristori del 2020”. Poi la chiosa: “Un intervento importante anche perché il tetto di fatturato per accedere al ristoro salirà da 5 fino a 10 milioni”.

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Giampiero Casoni

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora