×

Vaccino anti Covid: i guadagni delle case farmaceutiche

Quanto guadagneranno le aziende farmaceutiche per il vaccino anti Covid? Il punto della situazione.

Vaccino

Il vaccino anti Covid arriverà presto anche in Italia. Grazie a esso si spera che il numero di positivi possa diminuire sensibilmente. Un passo importante verso, si spera, un ritorno alla normalità. Tuttavia, tale vaccino quanto farà guadagnare alle aziende farmaceutiche? Cerchiamo di fare il punto della situazione.

Sappiamo come per la creazione di un vaccino occorrano anni. Sono passati tuttavia soltanto dieci mesi dall’inizio della pandemia e le iniezioni in alcuni paesi del mondo sono già iniziate.

Il produttori del vaccino anti Covid

I produttori dei vaccini sono case farmaceutiche rinomate quali Moderna, Pfizer e BioNTech. i guadagni provenienti dal vaccino anti Covid potrebbero essere all’incirca di dieci miliardi di dollari per il 2021. Riguardo ai profitti e alla loro durata questo sarà chiaro dal modo in cui saranno finanziati i vaccini e da quante aziende hanno deciso di partecipare alla corsa per la produzione.

Bisogna, inoltre, precisare come a causa dell’esigenza impellente, diverse organizzazioni di natura filantropica e governi abbiano finanziato i progetti per la creazione di vaccini anti Covid, investendo miliardi.

Vaccino: un business ideale?

Bisogna chiarire, tuttavia, come non siano state in realtà le grandi aziende a finanziare la produzione del vaccino anti Covid, in quanto tale settore non si è rivelato particolarmente redditizio in tempi passati, soprattutto in tempi di emergenza sanitaria come quello che stiamo vivendo attualmente.

Se però il Covid-19 non scomparirà neanche dopo la messa in atto delle vaccinazioni, la maniera più redditizia di guadagni sarebbe finanziare la creazione di prodotti farmaceutici migliori e più efficaci.

A vendere il vaccino anti Covid a costi quanto più contenuti, sono state aziende come AstraZeneca e J&J, anche perché tali aziende hanno ricevuto numerosi finanziamenti esterni. Questo, contrariamente a quanto fatto da aziende come Moderna che, come spiega La Stampa, hanno proposto il vaccino a un prezzo più elevato, in quanto il loro fine è la creazione di profitti per conto degli azionisti e la copertura dei costi di conservazione e trasporto.

Contents.media
Ultima ora