×

Educazione dei bambini africani

default featured image 3 1200x900 768x576

In tutta l’Africa, i bambini devono affrontare molte sfide e successi con la loro istruzione. scuola africaL’istruzione pubblica varia da paese a paese a seconda della stabilità del governo e delle risorse stanziate per le scuole.

Le scuole private esistono in molte forme in tutto il continente. Molti bambini hanno difficoltà a reperire le scuole e le risorse educative, come i libri, e dei rapporti tra insegnanti e studenti tendono ad essere troppo grande per un apprendimento efficace. Tuttavia, molti bambini ancora non hanno accesso ai modi tradizionali di educazione attraverso le loro famiglie e comunità.

Storia
Prima della colonizzazione europea dell’Africa, i bambini africani sono stati educati esclusivamente dalle loro rispettive comunità.

John K. Marah, nel suo articolo “Le virtù e le sfide nella tradizionale Istruzione africana “, scrive che, “Come in ogni altra società, l’educazione del bambino africano inizia alla nascita e continua nell’età adulta”. L’istruzione era intrecciata con la vita religiosa, artistica e culturale del gruppo etnico del bambino. Con l’avvento della colonizzazione cristiana ed europea, questo è cambiato per molti bambini. Missionari che insegnavano nelle scuole si dedicarono alla conversione religiosa, l’alfabetizzazione, lo studio della matematica, e / o della scienza.

La scuola per bambini in molti stati africani diventò un luogo separato dalla comunità, gestita da colonizzatori. Oggi, in Africa post-coloniale, l’istruzione è molto variabile. Alcuni bambini non frequentano le scuole occidentali e imparano in modo tradizionale, dalla comunità, altri invece riescono a frequentarle.
scuola africana2
Paesi e governi
A partire dal 2010, ci sono 53 nazioni indipendenti in Africa, contenenti secondo una stima diverse migliaia di distinti gruppi etnici. In base alle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura si stima che il numero di lingue parlate sia intorno alle 2.000. Perciò, l’educazione di un bambino africano varia notevolmente a seconda del paese, etnia, status socio-economico, e l’accesso alle risorse educative o di organizzazioni non-profit. Per questa illustrazione, il continente europeo sarà diviso in diverse regioni in base alle affinità culturali: il Nord Africa, composto principalmente da popoli di lingua berbera e arabo, l’Africa occidentale, composta prevalentemente da popoli di lingua francese, Africa sub-sahariana ed orientale, composta soprattutto da lingua inglese e popoli di lingua bantu, e il Sud Africa.

Pubblica Istruzione
Secondo il Dott. Abdeljalil Akkari, la gratuità dell’istruzione pubblica è stata un elemento centrale della costituzione di tutti i paesi del Nord Africa dopo l’indipendenza. L’istruzione primaria è obbligatoria in questa regione, e la maggior parte dei bambini hanno l’accesso all’istruzione secondaria e universitaria. Tuttavia, la povertà è ancora un grande ostacolo per l’istruzione per molti bambini nel Nord Africa. Nell’Africa sub-sahariana, i sistemi di istruzione pubblica variano notevolmente. Le scuole statali in Kenya, per esempio, esistono per le classi primarie,anche se sovrappopolate. Gran parte della formazione che si svolge in Africa sub-sahariana oggi è attraverso gli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale (USAID),con i programmi e le organizzazioni non governative. In Africa occidentale, secondo l’Università di Cornell, il sistema scolastico pubblico è inefficiente. Le scuole forniscono una scarsa qualità di istruzione e i tassi di iscrizione sono inferiori a quelli dell’Africa sub-sahariana. Il governo sudafricano spende il 20 per cento della sua spesa totale per l’istruzione, ed il rapporto studente-insegnante nella scuola è di 32:1. Il governo prevede l’istruzione di base a tutti, ma ammette che la razza e la povertà sono ancora degli ostacoli alla formazione per molti.
scuola africana 3
ISTITUTI PRIVATI
L’istruzione privata all’interno dei paesi africani è fornita da gruppi religiosi, organizzazioni umanitarie governative, donatori individuali, comunità indigene, organizzazioni locali e internazionali e / o non governative. Questa varietà di istruzione privata è presente in ogni regione d’Africa. Una gamma di Organizzazioni che vanno da USAID alla piccola comunità basata East African Center di Takaungu, in Kenya. Altre organizzazioni sono RIPPLE Africa nel Malawi, lo scambio Change in Ruanda. Queste organizzazioni operano tutte con lo stesso obiettivo: dare ai bambini africani la possibilità di accedere a più tradizionali metodi di educazione occidentale, fornendo risorse per le scuole e per migliorare la qualità di tale istruzione, diminuendo così,rapporto studente-insegnante.

Futuro della Pubblica Istruzione
Con l’aumento degli aiuti internazionali e ONG in Africa post-coloniale, gli Stati in via di sviluppo hanno visto un miglioramento nei loro sistemi educativi. Tuttavia, i sistemi di istruzione in tutto il continente, continuano a lottare. La maggior parte delle scuole in Africa sono sovraffollate e con risorse insufficienti. I bambini che abitano troppo lontano dalla scuola o hanno bisogno di lavorare per le loro famiglie non possono completare la loro formazione a causa di questi ostacoli. Organizzazioni nelle comunità più piccole stanno cercando di cambiare tutto questo fornendo ulteriori opzioni in materia di istruzione e maggiori risorse per bambini in Africa.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora