×

Effetti collaterali delle ortiche pungenti

Il gambo e le foglie della pianta dell’ortica possiede piccoli aculei difensivi. Quando vine toccato, questi possono iniettare tossine nella pelle. Sebbene fastidioso, gli effetti collaterali sono generalmente lievi.

Contatto iniziale
Al primo tocco, la puntura della pianta produce dolore lieve o una sensazione di bruciore nella zona interessata.

Reazione continua
Col passare del tempo, l’area può cominciare a far prurito e il bruciore e il dolore possono aumentare moderatamente.

Effetti addizionali
L’area interessata può anche diventare rossa e si gonfia un po’.

Durata
Gli effetti possono durare da pochi minuti ad oltre una settimana. Se durano più di una settimana o se gli effetti immediati sono peggiori, consultare il medico.

Prevenzione/Soluzione
Creme anti-prurito senza prescrizione con idrocortisone o antistaminici possono essere usate per trattare l’irritazione. L’aloe vera può alleviare l’infiammazione e raffreddare il sito. L’aceto o il succo di limone possono anche contribuire a neutralizzare le tossine.

Vantaggi
Le ortiche intenzionalmente sfregate sulla pelle sono talvolta usate come trattamento per il sollievo temporaneo di artrite o reumatismi.

L’estratto di ortica viene utilizzato anche per vari disturbi, tra cui problemi di artrite e della vescica.

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche