×

Elezione del Presidente della Repubblica 2022, Mattarella esclude un secondo mandato: “Sono vecchio”

Mattarella esclude l'ipotesi di un secondo mandato da Presidente della Repubblica all'elezione prevista per il 2022: "Sono vecchio, mi riposerò".

Elezione Presidente Repubblica 2022 Mattarella

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha escluso un suo secondo mandato a otto mesi dall’elezione del nuovo Capo dello Stato. “Sono vecchio, tra qualche mese potrò riposarmi” ha ammesso durante la visita a una scuola primaria della Capitale.

Elezione Presidente Repubblica 2022: parla Mattarella

L’affermazione è giunta durante la presentazione dell’ottava edizione de ‘Il Mio Diario’, l’agenda scolastica della Polizia di Stato, presso l’Istituto comprensivo Fiume Giallo-Scuola Primaria Geronimo Stilton di Roma. Il Capo dello Stato ha infatti ricordato quando, sei anni fa, è stato eletto Presidente della Repubblica: “Mi sono preoccupato perchè sapevo quanto era impegnativo il compito“. Due cose, ha continuato, lo hanno aiutato ad assolvere il suo incarico: avere ottimi collaboratori e il fatto che le decisioni vengono prese da tanti organi diversi.

Il Presidente della Repubblica deve conoscere tutti e seguire tutti per poter intervenire con suggerimenti: “Ma tra otto mesi il mio mandato di Presidente termina. Io sono vecchio tra qualche mese potrò riposarmi“. Con queste parole Mattarella sembra aver definitivamente chiuso alla possibilità di essere nuovamente candidato alla Presidenza per il periodo 2022-2029.

Elezione Presidente Repubblica 2022, Mattarella rinuncia: i possibili nomi

Sebbene sia ancora presto, sono già diversi i nomi in circolazione sul possibile successore di Mattarella.

Negli ultimi giorni ha iniziato a circolare quello di Pierferdinando Casini, una personalità che sarebbe gradita tanto ai partiti di centrodestra (in particolare Forza Italia) quando a Matteo Renzi.

Una fonte azzurra avrebbe infatti affermato che “Casini è in partita nel caso in cui Mattarella non fosse disponibile per un altro mandato, anche a termine, fino alle elezioni politiche del 2023. Quelle che dimezzeranno il numero dei parlamentari”. Un’ipotesi che parrebbe gradita anche a Italia Viva perché porterebbe in un solo colpo all’isolamento del Movimento Cinque Stelle e alla spaccatura del Partito Democratico, diviso su chi concorda sulla sua candidatura e chi preferirebbe un altro nome.

Tra gli altri nomi in campo quello di Mario Draghi, gradito alla Lega che spera così di andare a elezione anticipate, ma anche Marta Cartabia.

Elezione Presidente Repubblica 2022: Mattarella fa il punto sulla pandemia

Nel suo intervento ha anche fatto un bilancio dell’ultimo anno spiegando come la pandemia ci abbia ricordato l’uguaglianza tra i cittadini sancita dall’articolo 3 della Costituzione: “Portiamo tutti la mascherina: bambini e vecchi come me, ricchi e poveri, maschi e femmine. Tutti. Perché questa malattia così grave ci ha ricordato che siamo tutti uguali“.

Contents.media
Ultima ora