×

Elezioni Presidente della Repubblica, fumata bianca: è Mattarella bis

All'ottava votazione è stato raggiunto il quorum di 505. Sergio Mattarella è stato nuovamente eletto presidente della Repubblica.

ottava votazione
ottava votazione

L’ottava votazione si è conclusa. Dopo sette fumate nere, Sergio Mattarella è stato nuovamente rieletto Presidente della Repubblica. Il quorum di 505 è stato raggiunto tra gli applausi dei votanti.

Sergio Mattarella: “Sono stati giorni difficili”

Il capo dello Stato nel suo discorso ha messo in evidenza l’importante missione di mettersi a disposizione del Paese in questi giorni difficili.

“Ringrazio i presidenti di Camera e Senato per la comunicazione. Desidero ringraziare i grandi elettori per la fiducia espressa nei miei confronti. I giorni difficili per l’elezione in questa crisi che stiamo ancora attraversando richiamano al senso di responsabilità e di rispetto per le decisioni del Parlamento. Questo richiede di non sottrarsi all’impegno a cui si è chiamati. Questo prevale su prospettive personali”.

I risultati ufficiali dell’ottava votazione

Sergio Mattarella è stato rieletto con un vero e proprio plebiscito. Stando a quanto è stato reso noto dal presidente della Camera Fico, il capo dello Stato è stato eletto con ben 759 voti favorevoli. I presenti erano 983, mentre le schede bianche sono state 25. Infine i voti dispersi sono stati 18 e le schede nulle 13. Mattarella vanta un importante primato: è infatti arrivato a superare i voti che prese Francesco Cossiga nel 1985.

Di seguito i risultati definitivi:

  • Sergio Mattarella: 759
  • Carlo Nordio: 90
  • Nino DiMatteo: 37
  • Silvio Berlusconi (FI|EPP): 9
  • Elisabetta Belloni: 6
  • Mario Draghi: 5
  • Pier Ferdinando Casini (CpE|Centro): 5
  • Elisabetta Casellati (FI): 4
  • Franco Berrino: 2
  • Sabino Cassese: 2
  • Primo DiNicola (M5S|NI): 2
  • Giancarlo Giorgetti (Lega|ID): 2
  • Filippo Grassia: 2

A seguito di ciò, la presidente del Senato Elisabetta Casellati e il presidente della Camera Roberto Fico, si sono recati al Quirinale dove sono stati comunicati i risultati della votazione del Presidente della Repubblica.

L’ottava votazione è stata l’ultima: una parte del centrodestra appoggia Mattarella al Quirinale

La maggioranza è stata compatta. Non ci sono stati candidati di bandiera, ma un solo nome: Sergio Mattarella. A dare conferma di ciò sono i principali partiti del nostro scacchiere politico. Da Letta a Salvini, leader opposti ed incomparabili, ma che hanno trovato un filo conduttore nel Mattarella bis. Matteo Salvini aveva già dichiarato in mattinata di essere disposto ad accettare l’ipotesi di una riconferma di Mattarella al Quirinale per il bene del paese. A seguire Salvini anche il collega Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia. I due partiti sono stati sulla stessa lunghezza d’onda.

Quirinale, la coalizione giallo-rossa voterà Mattarella

Anche la coalizione giallo-rossa, dopo aver tirato pochi nomi fuori dal cilindro, tra cui anche quello di Andrea Riccardi e di Elisabetta Belloni, ha optato per rieleggere Sergio Mattarella. Giuseppe Conte, Enrico Letta e Roberto Speranza, che in questo mese hanno rappresentato il triumvirato dei democratici italiani, hanno voluto lasciare la situazione così com’è. Di sicuro meno protagonisti della destra, sono riusciti comunque ad ottenere uno dei risultati sperati visto che, già mesi prima, gridavano al Mattarella bis. Ciononostante, Letta ha detto di essere deluso in quanto non aver trovato un accordo tra le varie forze politiche rappresenta una sconfitta per la nostra Nazione.

Arriva il “no” di Fratelli d’Italia per la riconferma di Mattarella al Quirinale

L’unica “sconfitta” in questa corsa al Colle è Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia è stata una vera e propria furia contro i suoi alleati e i suoi rivali. La Meloni ha dichiarato che lei e i suoi non avrebbero appoggiato Mattarella e che i loro voti sarebbero andati tutti all’ex magistrato Carlo Nordio. Giorgia Meloni è delusa dal centrodestra che ha ceduto al ricatto della sinistra non combattendo fino in fondo per il loro obiettivo iniziale. A tal proposito, per la Meloni, la destra dovrà ripartire da zero. E se questa situazione dovesse portare all’inizio di una scissone? Solo il tempo può dirlo.

Parlando a proposito dell’accordo dei partiti sul Mattarella bis, Giorgia Meloni è stata molto chiara al riguardo: “Fratelli d’Italia è l’unico partito che in questa vicenda è entrato ed è uscito esattamente con la stessa posizione che aveva. E gli altri non mi vengano a dire che hanno tutti vinto, perché quando siamo arrivati lunedì e abbiamo cominciato a votare per il Capo dello Stato, nessuno voleva la riconferma del presidente Mattarella. Non la voleva il presidente Mattarella stesso. Oggi si dicono tutti contenti, ma tutti quanti escono con una posizione diversa da quella che avevano, salvo Fratelli d’Italia, tanto per cambiare”.

Quando potrebbe avere luogo il giuramento di Mattarella in caso di rielezione

Nel frattempo il giuramento del capo dello Stato avrà luogo nel pomeriggio di giovedì 3 febbraio alle ore 15.30, esattamente sette anni dopo dalla prima entrata in carica di Mattarella. Sempre nella stessa giornata è stato programmato il discorso del Presidente della Repubblica al Parlamento in seduta comune.

Giuseppe Conte in conferenza stampa: “Sul tavolo c’erano almeno due figure femminili”

L’ex premier e capo politico del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte, intervenuto in conferenza stampa, commentando la prossima rielezione del Presidente Mattarella ha affermato: “Sul tavolo cʼerano almeno due figure femminili. Cʼè stato un momento in cui sembrava ci potesse essere una convergenza, però alcune forze hanno opposto contrarietà. Oggi abbiamo preso atto che lʼopzione che abbiamo sempre tenuto sul tavolo ha trovato ora unʼampia condivisione”.

In quanto al dialogo con Draghi ha precisato: “Con Draghi ho chiesto un chiarimento: non possiamo limitarci ad assicurare la stabilità del governo, dobbiamo essere promotori di un confronto per siglare un patto per i cittadini nell’ambito del quale individuare quali possano essere le priorità per il Paese“.

I commenti a caldo sulla rielezione di Mattarella

Intanto sono diverse le personalità politiche, ma non solo che hanno commentato a caldo l’avvenuta rielezione di Sergio Mattarella. Tra queste c’è il presidente di Confindustria Carlo Bonomi che ha dichiarato: “Desidero esprimere soddisfazione, da parte di tutta Confindustria, per la conferma di Sergio Mattarella al Quirinale: la sua autorevolezza e prestigio nel ruolo di garante della Costituzione e delle scelte europee e atlantiche è un presidio di credibilità nazionale”.

Anche il commissario europeo Paolo Gentiloni su twitter ha espresso soddisfazione: “Dopo una settimana caotica, Mattarella e Draghi sono confermati nei loro ruoli. Un ottimo messaggio di stabilità e responsabilità”. Commenti altrettanto positivi anche da Giuseppe Conte e Matteo Renzi che hanno augurato a Mattarella un buon lavoro. In un videomessaggio, il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio ringraziando il presidente Mattarella ha spiegato: “Non ci sono vincitori politici. Questa elezione viene dal basso, dai parlamentari. Un risultato importante, ringrazio il presidente Mattarella per il suo senso delle istituzioni e per il suo sacrificio”.

Le congratulazioni per la rielezione sono arrivate dal presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron che ha scritto: “Congratulazioni Sergio, per la tua rielezione”. Sempre dall’estero, anche la presidente della commissione europea Ursula Von Der Leyen ha voluto esprimere i suoi auguri al capo dello Stato: “Caro Presidente Mattarella, congratulazioni per la sua rielezione a Presidente della Repubblica Italiana. L’Italia può sempre contare sull’UE”.

Gli auguri per la nuova elezione sono arrivate infine anche dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden che ha dichiarato: “Congratulazioni al Presidente Sergio Mattarella per la sua rielezione. Ho apprezzato il nostro incontro a Roma lo scorso ottobre e non vedo l’ora di continuare i nostri sforzi per rafforzare ulteriormente i legami USA-Italia, approfondire la partnership transatlantica e affrontare le sfide globali comuni”.

Il premier Draghi è soddisfatto: “Rielezione di Mattarella una grande notizia per gli italiani”.

Anche il presidente del Consiglio Mario Draghi, ha espresso soddisfazione per il risultato raggiunto da Sergio Mattarella. Il premier, dopo aver incontrato il capo dello Stato nella mattinata di sabato 29 gennaio, è giunto a città della Pieve intorno alle ore 13 dove – si legge da ANSA – ha seguito le votazioni insieme alla moglie Serenella. “La rielezione di Mattarella è una grande notizia per gli italiani”, ha affermato.

Contents.media
Ultima ora