×

Elezioni, Di Maio: “”Impegno civico andrà oltre il 3%”

Sulla nuova lista Renzi- Calenda che si presenterà alle prossime elezioni Di Maio afferma: " Sono due estremisti". E Conte "sta distruggendo il M5S"

Di Maio fondatore di impegno civico

Di Maio ottimista sui risultati elettorali di”Impegno Civico”: “Ci poniamo come coloro che intercettano il votro moderato” ha affermato nel corso di un’intervista al Corriere della Sera. “Renzi e Calenda due estremisti, Conte sta distruggendo quello che rimane del M5S” 

Di Maio: “Impegno Civico sorpresa alle prossime elezioni” 

La metamorfosi di Lugi Di Maio è ormai compiuta e certificata dalla nuova formazione politica che ha tenuto a battesimo. L’ex militante di punta del M5S ora si propone addirittura come faro del voto moderato: “Ci poniamo come coloro che intercettano il voto moderato, con un partito fatto di proposte, pragmatismo e concretezza” ha affermato nel corso di un’intervista al Corriere della Sera.  Il Ministro degli Esteri sembra piuttosto ottimista riguardo i possibili risultati elettorali di Impegno Civico alle prossime elezioni politiche: “Noi saremo la sorpresa di queste elezioni.

Impegno Civico andrà oltre il 3% e ci sarà spazio per tutti quelli che vorranno correre nelle liste”.

“Renzi e Calenda due estremisti”

Riguardo la nascita del terzo polo, Di Maio la considera “Una lista solitaria“. Alla domanda: “Non si avvantaggia la destra dando del bullo a Calenda?” Di Maio risponde:  “Che sia un bullo gli italiani lo hanno capito prima di me. Siccome era disperato, perché avrebbe dovuto raccogliere le firme, si è messo con uno che gli fa orrore“.

Poi specifica il contesto di questa affermazione: ” Calenda che dà lezioni di coerenza non è credibile. A novembre, a l’Aria che Tira, diceva “mi sono rotto di Renzi,il suo modo di far politica mi fa orrore”. Sono due estremisti”. 

“Conte sta distruggendo il M5S”

Quanto a Conte, riguardo la mancata candidatura di Di Battista: “Conte sta coronando il suo sogno, distruggere quel che era rimasto del M5S. Lui e Grillo passano il tempo a litigare sul secondo mandato, sul simbolo, sulle Parlamentarie.

Con colpevole ritardo Grillo si è accorto che Conte gli sta distruggendo il M5S”.

“Massima sinergia con il Pd”

Gli unici commenti positivi sono solo per quello che una volta era l’avversario principale da battere: “Sono due anni e mezzo che portiamo avanti un percorso di responsabilità e massima sinergia con il Pd, che ci ha consentito di varare alcune politiche che hanno salvato l’Italia dopo la pandemia” ha affermato. 

Contents.media
Ultima ora