×

Elezioni, Emilio Fede: mi candido per essere “Uno di voi”

Condividi su Facebook

Emilio Fede annuncia che si candiderà alle prossime elezioni, anche se anticipate. E annuncia la nascita del movimento "Uno di voi".

Dopo Antonio Razzi anche Emilio Fede annuncia che si candiderà alle prossime elezioni. L’ex direttore del Tg4 però non si unirà alla Lega. “Correrà con un mio movimento, anche se sarà sempre di area centrodestra” annuncia. Fede però non manca di sottolineare la simpatia che nutre sia per Luigi Di Maio che per Matteo Renzi. In questo periodo però il leader preferito sembra essere Matteo Salvini.

Emilio Fede fonda un suo movimento

In attesa di capire se ci saranno elezioni anticipate o un governo pentaleghista, chi in questa legislatura è rimasto fuori comincia ad organizzarsi. L’ex senatore Antonio Razzi ha già annunciato che non è escluso che si candiderà con la Lega. Tra gli obbiettivi quello di riaprire le case chiuse. Battaglia che a quanto pare Razzi potrà portare avanti non solo con Matteo Salvini.

Anche Emilio Fede infatti vorrebbe abolire la legge Merlin.

“Legalizzeremo la prostituzione, riapriremo le case chiuse. In Svizzera lo fanno, non crea scandali anzi contribuisce all’ordine pubblico che manca” annuncia infatti l’ex direttore del Tg4 a Radio Cusano Campus. Fede anticipa che alle prossime elezioni si presenterà difatti con un suo movimento. Si chiamerà “Uno di voi”, e probabilmente appoggerà la coalizione di centrodestra. Da convinto berlusconiano, però, Fede sembra essersi spostato più verso l’area leghista.

“Sarò contro l’invasione degli stranieri e degli extracomunitari, ne ho le palle piene” afferma. Emilio Fede però potrebbe trovare una sponda per alcuni punti del suo programma anche nel MoVimento 5 Stelle. “Legalizzeremo le droghe leggere. Sono tra la gente, contro la casta” dichiara infatti l’87enne giornalista.

“Nei prossimi giorni organizzerò un pizza e birra con i tassisti di Napoli” aggiunge, per dimostrare la sua vicinanza al popolo.

Fede: vedo bene Salvini premier

Emilio Fede ha una parola buona per tutti. Dice di “stimare tantissimo Matteo Renzi“, ammettendo di essere un suo “grandissimo sostenitore”. Ma anche Luigi Di Maio gli è molto simpatico. “Quando parlo di Di Maio mi commuovo, è un ragazzo che ride sempre, come fai a non volergli bene?” fa notare il giornalista. “Mi è simpatico, è il ragazzo che avrei voluto come pronipote, – ammette – gli avrei insegnato un sacco di cose e lo dico con intelligenza”. Fede predice quindi che quando il leader del M5S ” sarà maggiorenne non solo anagraficamente farà grandi cose”.

Per il momento però Di Maio non è “maturo” per fare il Presidente del Consiglio.

A Palazzo Chigi l’ex direttore del Tg4 vede invece bene Matteo Salvini. In queste settimane “si è comportato nel modo migliore” afferma.

I guai giudiziari di Emilio Fede

L’87enne giornalista non si dice preoccupato per i guai giudiziari che l’hanno travolto negli ultimi anni. Anzi, a Radio Cusano Campus ricorda: “Sono stato assolto e nessuno lo ha detto”. Emilio Fede era accusato “di aver utilizzato Lele Mora per rubare dei soldi a Silvio Berlusconi”. “La notizia che mi assolve totalmente è stata data due giorni dopo in una brevissima nota di agenzia. Questo giornalisticamente non è corretto” sottolinea.

Fede è però stato condannato i primi di maggio dalla Corte d’Appello di Milano a 4 anni e 7 mesi nel processo Rubi bis. Il giornalista è accusato, insieme all’ex consigliera lombarda Nicole Minetti, di favoreggiamento della prostituzione per le serate “eleganti” nella villa di Silvio Berlusconi ad Arcore.

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche