×

Elezioni politiche 25 settembre 2022: centrodestra in testa, crolla il Pd

Prosegue lo spoglio delle schede: le proiezioni confermano i risultati degli exit poll e assegnano una vittoria schiacciante alla coalizione di centrodestra.

schermata 2022 09 23 alle 091810 768x476

Prosegue lo spoglio delle schede alle elezioni politiche di domenica 25 settembre 2022. I dati che arrivano dai seggi in mattinata confermano quanto emerso dagli exit poll e dalle prime proiezioni, diffuse poco dopo la chiusura dei seggi alle 23: schiacciante la vittoria della coalizione del centrodestra, che si aggiudica circa il 44% delle preferenze sia alla Camera che al Senato.

All’interno dell’alleanza emerge il partito di Giorgia Meloni, che si assesta intorno al 26%.

Le elezioni politiche sono state indette dopo la caduta del governo guidato da Mario Draghi che ha portato alla fine anticipata della legislatura. Gli italiani sono stati chiamati a eleggere il nuovo Parlamento, rinnovandone entrambi i rami (Camera dei Deputati e Senato della Repubblica) secondo quanto previsto dalla legge sul taglio dei parlamentari. Il nuovo Parlamento è stato scelto con un sistema elettorale misto, noto come Rosatellum.

Una volta formato il nuovo Parlamento, spetta al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a individuare una persona incaricata di formare un nuovo governo, dialogando con le forze politiche vincitrici delle elezioni.

Terza proiezione Swg

Centrodestra al 44%

Fdi 26,1%
Lega 8,8%
Forza Italia 8,2%
Noi moderati 0,9%

Centrosinistra al 26%

PD 18,7%
Verdi-Sinistra 3,6%
+Europa 3,1%
Impegno civico 0,6%

Elezioni politiche 25 settembre 2022, proiezioni: centrodestra in testa, crollano Pd e Lega

Poco dopo la mezzanotte di lunedì 26 settembre, Swg ha diffuso la prima proiezione delle elezioni politiche per La7 basata su un campione dell’11% al Senato. Secondo i dati di Swg, la coalizione di centrodestra conferma il vantaggio preannunciato dagli exit poll attestandosi al 43,3% mentre la coalizione di centrosinistra è al 25,4%. Seguono il Movimento 5 Stelle al 17% e il Terzo Polo al 7,9%.

Per quanto riguarda i partiti che compongono il centrodestra, Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni è al 26%, la Lega all’8,4%, Forza Italia al 7,9% e Noi Moderati all’1%.

Nella coalizione di centrosinistra, invece, il Partito Democratico di Enrico Letta è fermo al 18,1%, Alleanza Verdi-Sinistro Italiana è al 3,6%, +Europa al 3,1% e Impegno Civico allo 0,6%.

Secondo la prima proiezione del Consorzio Opinio Italia per la Rai basata su un campione del 5% al Senato, la coalizione di centrodestra è al 42,2% con FdI primo partito al 24,6% mentre quella di centrosinistra è al 26,4%. Il Movimento 5 Stelle è al 16,5%. La Lega è all’8,5% mentre Forza Italia si attesta all’8%. Seguono Azione-Italia Viva 7,3%, Alleanza Verdi e Sinistra 3,5%, +Europa 2,9%, Italexit 2%, Unione Popolare 1,4%, Noi Moderati 1,1%.

La prima proiezione diffusa da Tecnè per Quarta Repubblica su Reta 4, invece, dà il centrodestra al 41,5% e il centro sinistra al 26,1%. FdI è al 25,1%, il Pd al 19,4% e il M5S al 17,1%. Forza Italia è all’8,5% e seguono la Lega al 7,8% e Azione-Italia Viva al 6,9%.

Secondo la prima proiezione di Quorum/Youtrend per SkyTg24, al Senato FdI si conferma il primo partito con il 24,6%, mentre il Pd è al 19,3%. Il Movimento 5 Stelle raggiunge il 16,2%, Lega 8,9%, Forza Italia 8,3%, Azione Iv 7,2%. Alla Camera FdI ha il 24,5%, Pd 19,5%, M5s 16,4%, Lega 8,8%, Forza Italia 8%, Azione Iv 7,1%.

Seconda proiezione: Fratelli d’Italia è sempre il primo partito

Alla luce della seconda proiezione di Swg per La7 che si basa su una copertura del 19% al Senato, il centrodestra sale al 43,8% mentre il centrosinistra è al 25,8%.

All’interno della coalizione di centrodestra, le percentuali sono così distribuite: FdI al 26%, Lega all’8,7%, Forza Italia all’8,2%. Nella coalizione di centrosinistra, invece, il Pd è al 18,3%, Alleanza Verdi-Sinistra al 3,7%, +Europa al 3,1% e Impegno Civico allo 0,7%. Il Movimento 5 Stelle è al 16,6% mentre il Terzo Polo è al 7,8%.

La seconda proiezione di Consorzio Opinio Italia per Rai con una copertura del campione del 12% vede al senato la coalizione di centrodestra al 42,4% mentre quella di centrosinistra è al 26%. FdI è al 24,7%, la Lega all’8,7% e FI all’8%. Nel centrosinistra, il Pd è al 19%, Verdi-SI è al 3,5%, +Europa è al 2,9%. Il M5S è al 16,7%, Azione-Italia Viva al 7,3% e Italexit all’1,9%.

Per la seconda proiezione di Tecné per Mediaset, FdI è al 25,4%, PD al 19,4% e M5S al 17,2%. La Lega è all’8,1% mentre FI scende al’8,2%. Verdi-Sinistra Italiana è al 3,6%, +Europa Bonino al 2,9%, Italexit all’1,6%, Noi moderati all’1%, Impegno civico allo 0,6%.

Terza proiezione: FdI primo partito tranne che al Sud e nelle Isole

La terza proiezione di Swg per La7 da il centrodestra al 44% e il centro sinistra al 26% mentre il Movimento 5 Stelle è al 16% e il Terzo Polo al 7,7%. FdI è al 26,1%, Lega all’8,8% e FI all’8,2%. Il Pd è al 18,7%, Verdi-SI al 3,6%, +Europa al 3,1% e Impegno Civico allo 0,6%.

I dati della terza proiezione di Consorzio Opinio Italia per Rai confermano il vantaggio del centrodestra, con FdI primo partito in tutta Italia tranne che al Sud e nelle Isole. Il centrodestra è al 43,2% con FdI al 25,4%, Lega all’8,8% e FI l 7,9%. Il centrosinistra è al 26,5% con il Od al 19,3%. Il M5S ha toccato il 15,9% mentre il Terzo Polo è al 7,5%.

Secondo la terza proiezione di Tecné per Quarta Repubblica su Rete quattro al Senato, basata su un campione del 35%, FdI è al 26%, Pd al 18,8%, M5S al 15,7%, la Lega all’8,5%, Forza Italia all’8% e Azione-Italia Viva al 7,6%. Verdi-Sinistra Italiana è al 3,6%, +Europa al 3%, Italexit all’1,7%, Noi Moderati all’1% e Impegno civico allo 0,6%.

Elezioni politiche 25 settembre 2022, exit poll e risultati

Notizie.it segue in diretta la giornata delle elezioni per aggiornare i propri lettori sugli exit poll e sui primi risultati del voto.

I primi exit poll sono stati diffusi dopo la chiusura dei seggi alle 23:00 da Consorzio Opinio Italia per la Rai, da Quorum/Youtrend per Sky Tg24 (Instant Poll), da Swg per La7 (Trend poll) e da Tecnè per Mediaset.

Secondo i dati diffusi da Swg e annunciati da Enrico Mentana su La7, Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni è al 25% circa e oscilla tra il 23% e il 27%. La seconda forza politica italiana e il Partito Democratico di Enrico Letta che si attesta al 20% e oscilla tra il 18% e il 22%. Segue il Movimento 5 Stelle di Giuseppe Conte al 15,5% e una variazione compresa tra il 13,5% e il 17,5%. La Lega è tra il 9,5 e il 13,5% e Forza Italia tra il 6 e l’8%. Per il primo exit poll di Trend Swg per La7, ancora, Alleanza Verdi-Sinistra si ferma al 3-4%, +Europa al 2-3%, Italexit al 2-3% mentre Impegno civico di Luigi Di Maio resta bloccato al 0,5-1,50%.

In un secondo momento, il dato di Swg sulla Lega è stato rettificato. Il partito di Matteo Salvini, infatti, è stato stimato sotto il 10%.

Per quanto riguarda le coalizioni, quella del centrodestra è in vantaggio al 43-47% mentre il centrosinistra è al 25-29%.

1111

Secondo il primo exit poll diffuso dal consorzio Opinio-Italia per la Rai, Fratelli d’Italia è il primo partito con il 22-26% sia alla Camera che al Senato. Il Pd è il secondo partito al 17-21%, il M5S è al 13,5-17,5%, la Lega 8,5-12,5%. Azione-Italia Viva è al 6,5-8,5% mentre Forza Italia 6-8%. L’Alleanza Verdi e Sinistra è tra il 3 e il 5%, +Europa è al 2,5-4,5%. Seguono Italexit e Noi Moderati, entrambi tra lo 0,5% e il 2,5%. Impegno Civico è tra lo 0 e il 2%.

Per Consorzio Opinio Italia per la Rai, poi, sia alla Camera che al Senato la coalizione di centrodestra è avanti al 41-45% mentre la coalizione di centrosinistra è al 25,5-29,5%.

99999

I dati dell’exit poll diffuso da Tecnè per Mediaset, ancora, danno FdI al 22,5-26,5%, il Pd al 17-21%, il M5S al 14-18%, la Lega al 8,5-12,5%, Forza Italia al 5-9% e Azione-Italia Viva al 5-9%.

mediaset

È attesa, poi, intorno alle 23:50 la prima proiezione per il Senato del Consorzio Opinio Italia per la Rai sulla base dei dati realmente scrutinati (voti e seggi per liste e coalizioni).

Le reazioni dei politici agli exit poll delle elezioni politiche

Tra i primi a commentare i dati dei primi exit poll delle elezioni politiche del 25 settembre 2022 c’è Matteo Salvini. Il leader della Lega, infatti, ha twittato: “Centrodestra in netto vantaggio sia alla Camera che al Senato! Sarà una lunga notte, ma già ora vi voglio dire grazie”.

“Ho fatto il parlamentare di maggioranza ma mai neanche nemmeno l’assessore: ora posso dire che con questi numeri possiamo governare”, è stato il primo commento di Fabio Rampelli che, dal salone dell’Hotel Parco dei Principi, è apparso emozionato e sorridente. Nel salone, sono riuniti anche altri dirigenti di Fratelli d’Italia come Ignazio La Russa e Guido Crosetto.

Intervenendo ai microfoni di Maratona Mentana su La7, il vicepresidente del Movimento 5 Stelle Riccardo Ricciardi, ha dichiarato: “Il Pd ha la maggior responsabilità politica della vittoria del centrodestra, ha chiuso la porta al M5s, l’ha aperta a tutti quanti ed è rimasto solo, Letta deve fare un grosso mea culpa rispetto alla politica delle alleanze. Ha chiuso a noi ogni possibilità di alleanza, il Pd ha pagato e pagherà questa responsabilità”.

Le reazioni della stampa internazionale ai primi exit poll delle elezioni politiche

I dati dei primi exit poll diffusi sulle elezioni politiche italiane non sono stati commentati solo entro i confini nazionali. Le votazioni che determineranno il prossimo esecutivo, infatti, stanno tenendo con il fiato sospeso il mondo intero.

A questo proposito, commentando il considerevole vantaggio del centrodestra capeggiato dal Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, la CNN ha pubblicato un messaggio sul suo account Twitter ufficiale. Sulla pagina dell’emittente statunitense, infatti, si legge: “Giorgia Meloni è destinata a diventare il primo primo ministro donna d’Italia e leader del governo più di destra dalla Seconda Guerra Mondiale, secondo gli exit poll”.

Anche il New York Times è intervenuto sulle elezioni italiane e ha postato su Twitter: “Si sono chiusi i seggi per le elezioni italiane che potrebbero portare Giorgia Meloni, leader dell’estrema destra con radici post-fasciste, a diventare il primo primo ministro donna del Paese. Seguite la nostra copertura.”

I risultati degli ultimi sondaggi

I sondaggi diffusi lo scorso 9 settembre (gli ultimi pubblicabili prima del silenzio demoscopico previsto dalla legge italiana nelle ultime due settimane prima del voto) segnano una chiara crescita di Fratelli d’Italia (che si conferma il partito favorito a queste elezioni), del M5s (soprattutto al Sud) e del Terzo Polo, mentre sembrano in calo il Pd e la Lega.

Il partito di Matteo Salvini si ferma infatti al 12,5% mentre il Pd ha perso il 2,5% dei consensi e si ferma al 20,5% (pur restando comunque la seconda forza politica del Paese). Al primo posto si conferma FdI, con il 25,1%. Segue il M5s al 14,5%, Forza Italia stabile all’8%, il Terzo Polo al 6,7%. Le uniche altre formazioni che sembrerebbero superare la soglia di sbarramento del 3% sono l’alleanza Verdi-Sinistra-Reti civiche (3,4%) e Italexit di Paragone (3%).

Contents.media
Ultima ora