×

Elezioni Quirinale, grande elettore arriva al seggio Covid in ambulanza

In occasione delle elezioni per il Quirinale, Ugo Cappellacci è stato il primo grande elettore che ha raggiunto il seggio Covid in ambulanza.

seggio covid

In occasione delle elezioni per scegliere il prossimo Presidente della Repubblica, è stato allestito un seggio Covid per consentire ai parlamentari in quarantena o positivi al coronavirus di votare. In questo contesto, l’arrivo del primo grande elettore in ambulanza presso il seggio Covid ha rappresentato un momento storico del primo scrutinio.

Elezioni Quirinale, grande elettore arriva al seggio Covid in ambulanza

Nel pomeriggio di lunedì 24 gennaio, si è tenuto il primo scrutinio delle elezioni del Presidente della Repubblica. Per consentire anche ai grandi elettori in quarantena o risultati positivi al SARS-CoV-2, è stato allestito un seggio Covid nel parcheggio di Montecitorio.

In questa circostanza, il primo grande elettore positivo al coronavirus che si è recato presso il “seggio drive in” di Montecitorio, è stato Ugo Cappellacci che ha raggiunto il luogo trasportato da un’ambulanza.

Elezioni Quirinale, il voto del deputato Ugo Cappellacci al seggio Covid

Il deputato di Forza Italia, Ugo Cappellacci, si è recato presso il seggio Covid in anticipo rispetto all’orario stabilito per il suo voto, fissato per le 15:15.

Il politico ha atteso all’interno dell’ambulanza fino a quando non è stato chiamato al voto: non appena giunto il suo turno, Cappellacci è sceso dal mezzo e, indossando guanti e mascherina, ha raggiunto il seggio a piedi.

Dopo aver espresso la sua preferenza, poi, il deputato è nuovamente salito a bordo dell’ambulanza che lo attendeva all’esterno del parcheggio in via della Missione.

Elezioni Quirinale, la testimonianza del deputato Ugo Cappellacci

Mentre aspettava all’interno del veicolo, il deputato Ugo Cappellacci è stato contattato dalla Rai e ha commentato l’allestimento del seggio Covid nel seguente modo: “Sto bene. Lo considero un segnale di buon auspicio dell’Italia che non si ferma. Per fermare noi sardi che siamo testardi ci vuole altro.

Non mi sento un privilegiato vengo qui a esprimere il mio voto”.

In totale, sono stati 13 i grandi elettori contagiati dal virus o in quarantena che si sono recati al seggio Covid per partecipare al primo scrutinio delle elezioni del Presidente della Repubblica.

Contents.media
Ultima ora