×

Elisa Claps cerco di divincolarsi dal suo assassino

Condividi su Facebook

Nel caso oramai risolto sulla morte di Elisa Claps sembra che la ragazza prima di morire provo’ a difendersi e a disarmare il suo assassino: a rivelarlo sono le ferite riportate dalle mani della ragazza, il cui corpo e’ stato trovato nel sottotetto della Chiesa della Santissima Trinita’ di Potenza. E’ quanto emerge dalla perizia di Cristina Cattaneo, depositata alla Procura di Salerno nei giorni scorsi e di cui ci viene notizia dall’ANSA che l’ha potuto visionare.

Dopo aver descritto alcune ferite riportate alla mano destra, il perito scrive nelle conclusioni: ”E’ stato rilevato alla mano destra almeno un segno di lesione da arma bianca ”. Nella perizia la Cattaneo e’ anche piu’ esplicita a riguardo, e si spinge a ipotizzare che la ragazza abbia provato ad ”afferrare l’arma” nel tentativo di difendersi.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.