Elisa e Matteo trascinati per 50 metri: la testimonianza dell’amico Luca
Cronaca

Elisa e Matteo trascinati per 50 metri: la testimonianza dell’amico Luca

Elisa e Matteo sono stati trascinati per 50 metri dal minivan secondo quanto raccontato dalla testimonianza dell'amico Luca, presente con loro all'incidente.

Luca Gilardi è un amico di Matteo Penna ed Elisa Ferrero. Matteo Penna ed Elisa Ferrero sono due giovani che domenica a Condove, in Val di Susa, sono stati speronati da un minivan mentre tornavano a casa dopo un soggiorno in Provenza. Nell’impatto violento, in cui sono stati schiacciati contro un guard rail, Elisa è morta sul colpo, mentre Matteo versa ora in gravi condizioni all’Ospedale Cto di Torino.

Luca, Matteo ed Elisa erano amici che condividevano la passione per le due ruote. Si trovavano insieme anche quella domenica ed è lui il testimone dell’inseguimento terminato con la morte di Elisa e il tentato omicidio di Matteo.

La dinamica dell’incidente raccontata da Luca

E’ proprio Luca Gilardi, l’amico della coppia, a raccontare al sito di Repubblica, i drammatici eventi di quell’incidente. «Stavamo tornando a casa quando il Transit nero, che arrivava da una strada sterrata, all’incrocio con la strada provinciale si è immesso senza dare la precedenza e c’è stato uno scambio reciproco di insulti, ma Matteo si era innervosito per aver rischiato l’incidente e gli ha bussato sul vetro.

Non doveva farlo, ma lo ha fatto. «Ero dietro di loro e ho visto il Transit guidato da quell’uomo sorpassare quattro auto in poche centinaia di metri e puntare verso la moto di Matteo. Lui non si è accorto di nulla, se solo avessimo avuto auricolari o un interfono avrei potuto avvertirlo, invece mi sono sentito impotente».

Matteo ora si trova all’Ospedale Cto di Torino, dove sta lottando tra la vita e la morte. Il giovane ha riportato un trauma cranico e uno toracico e ora è intubato. Le sue condizioni sono davvero critiche e preoccupanti. Il suo amico Luca non riesce a credere a quanto successo. «Il Transit ha preso Elisa in pieno, abbiamo tentato di rianimarla insieme ad un infermiere che si trovava su un’auto vicina ma non è servito. Non so se il Transit ha frenato prima dell’impatto, ma li ha investiti a una velocità elevata.

Mentre io cercavo di soccorrere i miei amici, quell’uomo non faceva nulla e un altro automobilista stava per mettergli le mani addosso».

Luca parla anche del suo amico che, nonostante sia grave, spera possa farcela. Inoltre, parla del conducente del minivan esprimendo la sua rabbia in merito. “Quell’uomo non faceva nulla mentre io tentavo di soccorrere i miei amici. Ho visto che un’automobilista che era davanti a me è sceso dall’auto e stava per mettergli le mani addosso”. Una tragedia e una testimonianza terribile per i due giovani.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Amo leggere, il tè e Parigi è la mia casa da sempre e per sempre.