Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Ema: la sconfitta di Milano, la nuova sede sarà ad Amsterdam
Cronaca

Ema: la sconfitta di Milano, la nuova sede sarà ad Amsterdam

EMA
EMA

Amsterdam ha vinto: sarà la nuova sede dell'Agenzia Europea per i Medicinali. Ha battuto 27 paesi, compresa Milano, sconfitta all'ultimo.

Alla fine è arrivato un responso. Sarà, infatti, Amsterdam la nuova sede dell’Agenzia Europea per i Medicinali (Ema). Lo spostamento da Londra si era reso necessario dopo l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Vi erano oltre 18 città candidate alle votazioni di oggi. 27 i paesi in considerazione, compresa Milano. Amsterdam ha vinto al sorteggio finale, indispensabile dal momento che alla terza e all’ultima votazione si era riscontrato uno spareggio. 13 voti, uguale a Milano, l’altra città rimasta candidata. Senza dubbio, questa vittoria segnerà uno sviluppo economico notevole per il paese. Anche in questo caso, l’Italia rimane delusa e sconfitta, per un soffio.

Amsterdam

La votazione

Le città che erano passate al secondo turno delle votazioni erano Amsterdam, per l’appunto, Milano e Copenhagen. Escluse, invece, 16 città candidate, tra cui Bratislava. Quest’ultima a grande sorpresa, visto che era data tra le favorite dai giornali in seguito alle ipotesi di alcuni accordi al voto con i rappresentanti di altri paesi.

A determinare la città prescelta sono stati i ministri per gli Affari europei dei 27 paesi dell’Unione Europea.

Ovviamente, escluso il Regno Unito. Milano e Amsterdam hanno preso all’unisono 13 voti ciascuna. Dunque, qualcuno tra i rappresentanti ha preferito astenersi. Il nome del paese in questione sembrerebbe la Slovacchia.

Negli ultimi mesi Milano aveva organizzato molte iniziative con il governo italiano affinché venisse promossa la sua candidatura. A partire da luglio 2016, quando il sindaco di Milano, Beppe Sala, aveva annunciato che la sua città sarebbe candidata per ospitare la nuova sede dell’EMA. Inoltre, a metà settembre 2016 l’intento era stato confermato con una “Intesa istituzionale di programma” tra Milano e il governo italiano. Tutti questi numerosi progetti le avrebbero dato più possibilità di essere scelta. Doppia delusione, quindi.

Amsterdam

L’Agenzia Europea per i Medicinali

L’Agenzia Europea per i Medicinali, anche detta EMA, ha il compito di vigilare e di coordinare la valutazione dei farmaci ammessi al commercio all’interno dell’Unione Europea. Ogni anno organizza centinaia di incontri, che riuniscono i migliori esperti nel settore.

Inoltre, l’EMA può contare su più di 900 dipendenti.

Il suo budget annuale è intorno ai 300 milioni di euro. I numerosi incontri organizzati contano, in media, 65mila partecipanti. L’agenzia favorisce, dunque, un notevole indotto, che si crea grazie alla sistemazione dei dipendenti, ai voli per gli ospiti alle varie conferenze e, di conseguenza, agli hotel in cui essi soggiornano durante gli incontri. Un insieme di fattori che fruttano per l’economia del paese. Per questo motivo, era una posizione ambita da tanti. A conti fatti per Amsterdam si prospetta un’enorme opportunità economica.

Di cosa si occupa l’EMA?

L’Agenzia Europea per i Medicinali si occupa principalmente analizzare la documentazione presentata dalle aziende farmaceutiche. Ovvero, controllare se i criteri nella fase di sviluppo e test vengono rispettati correttamente. Si basa, quindi, su linee guida specifiche e altre informazioni in ambiti della medicina. Dai vaccini ai medicinali fino a considerare, persino, i prodotti usati in ambito veterinario.

A gestire tutto questo lavoro sono i comitati scientifici, controllati a loro volta da un Segretariato.

Quest’ultimo è composto da due membri per ogni stato dell’Unione Europea, due della Commissione europea e due del Parlamento europeo. L’EMA esiste in questa formula dal 1995.

Amsterdam

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche