×

Emanuele Barbati presenta “Mentre fuori arrivano i lupi”: “Nel nuovo album racconto un viaggio di vita”

Nell’intervista esclusiva Emanuele Barbati, cantautore tarantino, presenta il nuovo album, “Mentre fuori arrivano i lupi”, e il suo impegno per il sociale.

Emanuele Barbati nuovo album

Unisce la gentilezza a grinta e voglia di fare. La creatività è la sua arma vincente, a cui aggiunge solarità e sensibilità. Alla profonda passione per la musica coniuga l’impegno per il sociale ed è così che Emanuele Barbati ha dato vita al suo nuovo album, “Mentre fuori arrivano i lupi”.

Il disco di inediti del cantautore tarantino vanta una partnership etica con il WWF Italia per sostenere il progetto “Sos Natura d’Italia” per la salvaguardia del lupo. “Mentre Fuori Arrivano I Lupi” è un album composto da undici canzoni, tra cui “Libera”, che sostiene il progetto di Amref Italia per il diritto allo studio femminile in Sud Sudan nella scuola superiore di formazione medica Wish di Maridi e l’associazione Alzaia che si occupa di prevenzione alla violenza di genere a Taranto.

L’album testimonia l’animo poliedrico, ricercato e profondo di Emanuele Barbati, ma anche la sua delicatezza melodica e testuale. Con il suo talento, il cantautore ha sperimentato diversi generi musicali. Il disco, infatti, alterna lo stile cantautorato più classico allo shoegaze, passando per le sonorità alternative rock e quelle elettro-pop caratteristiche della musica attuale.

A proposito del suo nuovo album, ha dichiarato: “È un percorso di liberazione dalla decadenza del nostro tempo, una fuga dalle città e dalle corse sfrenate da cui sono governate, dalla smania di successo, da ogni tentativo di piacere.

È il cambio di prospettiva con cui guardare il mondo, la possibilità di cambiare idea, la necessità di non credere a ciò che ci vogliono far credere. È la comprensione che tra il cacciatore e il lupo la scelta migliore è sparare al cacciatore e unirsi ai lupi”.

Emanuele Barbati presenta il nuovo album, “Mentre fuori arrivano i lupi”

Nel disco c’è “tanta autenticità”: l’artista è stato “molto più sincero” con sé stesso e con soddisfazione presenta “Mentre fuori arrivano i lupi”.

Nell’intervista esclusiva Emanuele Barbati ha parlato del suo nuovo album, in cui trapela un vissuto personale intrigante e interessante. “I miei undici inediti sono una fotografia del viaggio che ho condotto negli ultimi due anni. Questo periodo mi ha aiutato molto a esprimere stati d’animo che mi portavo dentro, ha dichiarato.

LEGGI ANCHE: Iskra Menarini presenta il suo nuovo singolo, “L’uomo infinito”: il suo omaggio a Lucio Dalla

Un gesto coraggioso che lo ha portato a mettersi a nudo e raccontarsi con onestà. Con le sue canzoni descrive il tempo presente, la paura di fallire e le pressioni sociali che spingono al successo “a tutti i costi”, quando invece il bello della vita è ben altro. Con il nuovo album vuole far cambiare prospettiva a chi ascolta: ma lui ci è riuscito? “È un problema molto attuale, incrementato dai social e dall’immagine di benessere che lì prende il sopravvento. La vita vera è un’altra, fatta di momenti “no” e tante difficoltà. Voglio allontanarmi da questa visione della realtà, ma stigmatizzare il mondo social non è facile, perché ormai sono una costante importante nella vita quotidiana di ciascuno, soprattutto per chi fa il mestiere dell’artista”, ha confidato Emanuele.

Emanuele Barbati nuovo album

Emanuele Barbati presenta il nuovo album e il suo impegno per il sociale

Attivo al fianco dei diritti umani e ambientali, Emanuele Barbati ha unito musica e solidarietà. A proposito del suo impegno per il sociale, ha raccontato: “Vengo dalla provincia di Taranto, quindi sono cresciuto maturando una sensibilità per i diritti umani e la tutela dell’ambiente. Inoltre, credo che un artista rappresenti un’importante cassa di risonanza, che aiuta a sensibilizzare attorno a certi temi e problemi. Spendersi per gli altri è importante.

Poi ha precisato: “Nel disco ho legato due progetti preziosi. Con Amref sosteniamo un’iniziativa di scolarizzazione in Sud Sudan, il Paese con la percentuale di scolarizzazione femminile più bassa al mondo. Sostengo anche l’associazione Alzaia, una onlus nata nel 2007 sul territorio di Taranto, con l’obiettivo di accogliere e supportare in maniera concreta le donne che subiscono violenza. L’associazione si occupa di prevenzione sulla violenza sulle donne: per me è fondamentale offrire un aiuto concreto alle realtà della mia città.

Infine, la collaborazione con il WWF è nata “quasi per caso”. “Non pensavo che il WWF nazionale potesse interessarsi al mio disco, invece ha mostrato grande interesse per il progetto. Il lupo è un animale altrettanto prezioso, che sta tornando a prendersi gli spazi che l’uomo nell’ultimo secolo gli ha sottratto. Voglio abbattere certi stereotipi: ancora il lupo si pensa sia un animale cattivo e pericoloso. Dalle favole in poi associamo al lupo un connotato negativo, ma non è così. Con questo disco ho azzardato, ma il risultato è stato soddisfacente”, ha sottolineato l’artista.

Emanuele Barbati nuovo album

Emanuele Barbati, dal nuovo album ai prossimi progetti

Emanuele Barbati, cantautore tarantino, in occasione di Battiti Live, incontra i Boomdabash con i quali nasce una profonda amicizia che sfocia nel 2017 nel featuring “Sorrido al sole”, il brano diventa nella stessa primavera uno dei più suonati dalle radio ed entra nella classifica degli indipendenti.

Tra gli altri traguardi raggiunti, Emanuele ha aperto i live di Levante, Max Gazzè, Clementino, Subsonica, Tre allegri ragazzi morti e Caparezza. 

Dopo la soddisfazione per l’uscita dell’album, soprattutto dopo un periodo difficile per il mondo della musica, Emanuele Barbati ha svelato i prossimi progetti: “Sto organizzando dei live per far conoscere le mie canzoni, che avrei voluto portare in tour fino al prossimo autunno. Intanto vorrei scrivere nuovi brani. Ogni album racconta un viaggio personale: ora dovrò avventurarmi in nuove esperienze e vivere nuove emozioni”.

Contents.media
Ultima ora