×

Emergenza alcool: giovani a rischio fin dall’adolescenza

Stabili sono i dati rilevati nel 2016 sull'uso degli alcolici tra i giovani in Italia. L'unico dato in aumento è quello dell'assunzione sotto i 15 anni.

Comment gerer la consommation d alcool des adolescents 768x384

Gli ultimi dati sul consumo di alcool in Italia rivelano una cosa sconcertante: molti giovani iniziano a bere all’età di 11 anni.

Beve vino il 51,7% della popolazione di 11 anni e più che ha consumato alcolici nel 2016 mentre il 47,8% consuma birra e il 43,2% aperitivi alcolici, amari, superalcolici o liquori.

Questi i dati pubblicati dall’Istat in questi giorni che mostrano come nel 2016 i consumatori giornalieri di bevande alcoliche siano il 21,4% della popolazione di 11 anni. Continua invece ad aumentare la quota di coloro che consumano alcool occasionalmente (dal 38,8% del 2006 al 43,3% del 2016) e che bevono alcolici fuori dai pasti (dal 26,1% al 29,2%).

Tra gli adolescenti diminuisce sensibilmente il consumo di alcolici (dal 29 al 20,4%) giornaliero, mentre quello occasionale rimane stabile (concentrato nel weekend).

Il binge drinking

Prevalgono i consumatori moderati (48,8% sul totale della popolazione). Un’abitudine molto in crescita tra i più giovani, è il cosi denominato binge drinking, “il bere costante”, che ha riguardato circa 9 milioni di persone (15,9% della popolazione e 25% dei consumatori). Il Ministero della Salute avverte che oltrepassano le regole gli ultrasessantacinquenni, i giovani di 18-24 anni e gli adolescenti di 11-17 anni .

La popolazione tra i 18 e i 24 anni è quella più a rischio per il binge drinking, frequente soprattutto durante momenti di socializzazione. Si sta diffondendo sempre di più anche in Italia la pratica spagnola del Botellòn, che vede i giovani riunirsi con bottiglie di alcool e chitarre attorno ai monumenti più importanti delle piazze, specialmente nei piccoli paesi.

Per saperne di più

L’alcolismo è un problema che riguarda molti giovani disposti a mettere a rischio la loro vita per una sana bevuta.

Il seguente libro Guida poco che devi bere mira a sensibilizzare i giovani sulle conseguenze che l’alcool può avere nel lungo periodo grazie ai suggerimenti e consigli per bere con riguardo e senza esagerare. Rievocando episodi della vita personale, Mauro Corona elenca con uno stile ironico e diretto i punti per divertirsi senza mettere a rischio la propria vita.

Il medico chirurgo Fassati espone in questo libro la sua esperienza vissute a fianco di ragazzi alcolisti per denunciare un problema rilevante che può avere gravi conseguenze sulla salute. Attraverso la descrizione di due casi clinici, l’autore vuole raggiungere un ampio numero di studenti per diffondere i problemi che l’alcolismo può creare se preso con leggerezza.

Il corpo non dimentica è la testimonianza di una donna che deve fare i conti con gli anni passati da alcolista. Anni pieni di notti insonni, ricordi offuscati e incontri con esperti che hanno reso la vita di Violetta Bellocchio una lotta alla sopravvivenza. Descrivendo il percorso di disintossicazione che dopo costanza e pazienza ha condotto la donna a ritrovare se stessa e ricominciare a vivere.

Contents.media
Ultima ora