×

Emilio Fede, dichiarazione choc: “Sento che la fine e vicina, ho fatto testamento”

Emilio Fede, intervistato da una trasmissione radiofonica ha rivelato di aver fatto testamento perché “sente che la fine è vicina” e ha scritto anche all’ “ex amico” Silvio Berlusconi.

default featured image 3 1200x900 768x576

Ha parlato anche di Berlusconi

Erano amici

L’ex direttore del Tg 4 Emilio Fede, intervistato alla trasmissione “ECG”, condotta da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus dell’Università degli Studi Niccolò Cusano a Roma, ha rilasciato dichiarazioni che hanno spiazzato un po’ tutti: ha detto infatti che alle 3 tra il 4 e il 5 ottobre, ha fatto testamento e deciso che avrebbe “dovuto mettere nero su bianco delle cose importanti”. Ha scritto anche una lettera a Silvio Berlusconi, del quale è stato amico e collaboratore per moltissimi anni, e con cui è stato coinvolto nel famoso “caso Ruby”.

“Sento che la fine è vicina” – ha detto inaspettatamente l’86enne giornalista, al quale tra il 2013 e il 2014 fu erroneamente diagnosticato un tumore al pancreas che gli lasciava solo sei mesi di vita –, anche se ovviamente non la desidero e né la aspetto”. Fede ha dichiarato con nostalgia che con Berlusconi “non ci vediamo da troppo tempo, ho scritto – nella lettera indirizzatagli – che dopo 25 anni che abbiamo passato insieme con grande affetto ritengo che io e lui ci si debba trovare di nuovo in una passeggiata ad Arcore, nel massimo della serenità, per ricordarci di quanto cantavamo ‘e Forza Italia e siamo tantissimi”.

Ma tra i due vi è stata una grave rottura, umana, professionale e politica con la recessione del contratto del giornalista da Mediaset e da direttore del Tg 4, carica da cui si è dimesso il giorno successivo. Nell’ottobre del 2014 è stato indagato per associazione a delinquere a scopo di diffamazione per il presunto ricatto nei confronti dei vertici Mediaset e dello stesso presidente di Forza Italia con un fotomontaggio a luci rosse, e poi condannato in primo grado a 2 anni e 3 mesi – mentre l’accusa ne aveva chiesti 4 e 9 mesi – nel giugno scorso. Inoltre è stato messo nei guai dalla registrazione non autorizzata da parte del suo ex personal trainer Gaetano Ferri, in cui lui gli rivelava retroscena di presunti rapporti tra l’ex presidente del Consiglio e leader di Forza Italia con la mafia e la mediazione dell’ex senatore Marcello Dell’Utri, poi condannato a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa.

Francesca Pascale

Ex amico e compagna

Nell’intervista ad ECG, Emilio Fede ha fatto riferimento anche alla compagna di Silvio Berlusconi, Francesca Pascale, della quale ha detto: “L’ho sentita da poco, ci siamo promessi che saremmo andati a cena insieme. Se c’è una persona felice e contenta – ha aggiunto – quella è sicuramente Francesca Pascale. E tante ragazze sognano di essere come lei – ha sostenuto – L’Italia è piena di aspiranti Francesca Pascale”.

Le sue ultime volontà

Rivela di aver fatto testamento

Per quanto riguarda la stesura del sue testamento, “è una cosa talmente privata”, ha detto Fede, che non ha voluto svelare troppi dettagli agli intervistatori radiofonici. Ha solo esplicitato di non volere funerali e che l’annuncio della sua morte avvenga una settimana dopo. Questo perché non desidera “funerali con ipocriti che piangono lacrime di coccodrillo”. Inoltre “orrei essere cremato e vorrei, se possibile, far disperdere le mie ceneri nel mare di Capri“. Il giornalista ha anche scritto il proprio necrologio: “Grazie di tutto”.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
gabriele
10 Ottobre 2017 11:31

hai fatto una gran bella vita di che ti lamenti? se non fosse per il matrimonio saresti un anonimo e poi amico berlusconi SIIIIIIIIIIII di festini a luci rosse cè tanta gente che va dinnanzi a DIO con molta dignità


Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora