×

EnBW denuncia forti perdite per il no tedesco al nucleare

default featured image 3 1200x900 768x576

590 milioni di euro in soli sei mesi. Tale è l’ammontare delle perdite denunciate dalla utility energetica tedesca EnBW, una delle quattro maggiori società dell’energia nel paese.

A causare l’enorme perdita, la decisione del governo di Angela Merkel di chiudere le centrali nucleari, che ha immediatamente fatto due vittime, le centrali di Philippsburg e Neckarwestheim, già in difficoltà e messe offline all’indomani del disasto di Fukushima.

Nei due siti mucleari rimangono ancora attivi due reattori, un per ciascuna centrale, ma il futuro, per entrambi, è nero, vista la linea segnata da Berlino.

Le perdite denunciate da EnBW comprendono anche la necessità di accantonare fondi per mettere mano allo spegnimento dei reattori e al recupero e gestione del carburante nucleare, oltre che per il decommissioning degli impianti.

Contents.media
Ultima ora