> > **Energia: Fontana, 'alla Camera aumento costi contenuto, iniziative per...

**Energia: Fontana, 'alla Camera aumento costi contenuto, iniziative per evitare impennata'**

default featured image 3 1200x900

Roma, 3 ott. (Adnkronos) - Grazie ai contratti stipulati in passato a prezzo fisso, ai lavori compiuti negli anni per ottenere un efficientamento energetico e alle attività parlamentari ridotte per il passaggio dalla vecchia alla nuova legislatura, finora la Camera è riuscita a contene...

Roma, 3 ott.

(Adnkronos) – Grazie ai contratti stipulati in passato a prezzo fisso, ai lavori compiuti negli anni per ottenere un efficientamento energetico e alle attività parlamentari ridotte per il passaggio dalla vecchia alla nuova legislatura, finora la Camera è riuscita a contenere l'aumento dei costi dell'energia, ma in futuro occorrerà pensare ad altre iniziative per evitare un'impennata della spesa. A spiegarlo all'Adnkronos è Gregorio Fontana, deputato di Forza Italia e componente del Collegio dei questori.

"Fin dal momento in cui è iniziata l'emergenza -sottolinea- si è intervenuti per ridurre, per quanto possibile, l'utilizzo di riscaldamento prima e aria condizionata poi, accompagnando questi interventi con una serie di raccomandazioni al personale e ai frequentatori delle sedi della Camera per un uso attento delle luci e di tutto quanto comporti un utilizzo di energia".

"L'aver stipulato in passato contratti a prezzo fisso con i vari fornitori e una riduzione dell'attività parlamentare per il cambio di legislatura -aggiunge Fontana- hanno indubbiamente consentito di contenere l'aumento dei costi che pure c'è stato.

Senza dimenticare un utilizzo migliore delle risorse grazie ai lavori compiuti nel corso degli ultimi anni per l'installazione di luci a led con un minori consumi e di nuovi infissi per coibentare i vari palazzi, seguendo le indicazioni di una commissione insediatasi nella precedente legislatura, formata da esperti dell'Enea e dell'Università di Roma".

Naturalmente, visto che l'emergenza è destinata a continuare, il lavoro che attende il nuovo collegio dei questori per evitare un'impennata dei costi non sarà certo meno impegnativo.

"In primo luogo -spiega Fontana- occorrerà stipulare nuovi contratti via via che quelli in vigore andranno in scadenza. È chiaro, visto il quadro attuale, che non sarà più conveniente proseguire con il metodo della tariffa fissa, ma occorrerà adottare quella variabile, cercando di concordare e ottenere le condizioni più convenienti e meno onerose possibili".

"Ovviamente -conclude il questore- per contenere i consumi sarà fondamentale e necessario continuare a mantenere comportamenti quotidiani virtuosi.

In questo senso un aiuto potrà venire dalla fine dell'emergenza Covid, perchè sarà possibile tenere chiuse porte e finestre, che nei mesi scorsi occorreva lasciare aperte per precauzioni sanitarie, evitando così una dispersione del calore d'inverno e dell'aria condizionata d'estate".