×

Ernie Lively, morto a 74 anni l’attore americano padre di Blake Lively

Il padre di Blake Lively, l’attore americano Ernie Lively, è morto all’età di 74 anni a causa di complicante scaturite da un arresto cardiaco.

Morte

Il padre di Blake Lively, Ernie Lively, è morto all’età di 74 anni a causa di alcune complicanze mediche indotte da un precedente arresto cardiaco.

Ernie Lively, morto a 74 anni l’attore americano padre di Blake Lively

Nella giornata di giovedì 3 giugno, Ernie Lively è deceduto a 74 anni a seguito di complicazioni provocate da un arresto cardiaco.

In relazione alle informazioni diramate dall’Hollywood Reporter, l’uomo si è spento mentre si trovava in compagnia della moglie e dei suoi figli.

Ernie Lively, padre di Blake Lively, è stato un attore americano attivo nel mondo della recitazione per circa cinquant’anni e particolarmente noto per la figlia che, seguendo le sue orme, ha raggiunto la fama prima con la serie televisiva Gossip Girl e, poi, debuttando sul grande schermo.

Al momento, né sulle pagine sociale di Blake Lively né su quelle del marito Ryan Reynolds sono apparsi commenti o comunicazioni ufficiali: vige, pertanto, il silenzio e il dolore per la perdita subita.

Morto Ernie Lively, carriera

Ernest Wilson Brown Jr., in arte Ernie Lively, è nato il 29 gennaio 1947 a Baltimora, nello Stato federale statunitense del Maryland. Dopo aver ricoperto il ruolo di marine nell’esercito americano e aver combattuto in Vietnam, l’uomo ha intrapreso la carriera di attore, apparendo in svariati film e serie tv, ricoprendo per lo più ruoli minori.

Tra le principali fatiche di Ernie Lively, ad esempio, figurano Turner e il “casinaro” al fianco di Tom Hanks, Fermati, o mamma spara, Hazzard, La signora in giallo, Zack e Cody al Grand Hotel, X-Files, West Wing – Tutti gli uomini del Presidente, Air America, ecc.

Insieme alla figlia, poi, aveva recitato nel film 4 amiche e un paio di jeans e nel suo sequel 4 amiche e un paio di jeans 2: in entrambe le pellicole, Ernie e Blake Lively avevano intrepretato anche nella finzione i ruoli di padre e figlia. Sempre con la figlia, ancora, aveva girato anche l’horror-thriller del 2006 Simon Says – Gioca o muori!.

In tempi più recenti, nonostante non avesse mai lasciato del tutto la recitazione, Enie Lively aveva deciso di trasferirsi nello Utah per vivere in modo più sereno: a partire dal 2013, infatti, l’uomo soffriva di problemi cardiaci ed era stato uno dei primi pazienti ad essere trattato con una terapia genetica sperimentale.

Morto Ernie Lively, famiglia

Nel 1979, Ernest Wilson Brown Jr. aveva sposato la talent manager Elaine Lively, prendendo il cognome della moglie che, a sua volta, lo aveva “ereditato” dal primo marito Ronald Otis “Ronnie” Lively.

La coppia ha avuto due figli, Eric e Blake, ma l’uomo ha rappresentato un’importante figura paterna anche per i tre figli che la moglie aveva avuto durante il precedente matrimonio.

Tutti i figli della coppia sono diventati attori: non soltanto Eric Lively, apparso in So Weird – Storie incredibili, e Blake Lively ma anche i loro fratellastri Lori (Simon Says – Gioca o muori!), Jason e Robyn (Karate Kid III – La sfida finale).

Contents.media
Ultima ora