Eruzione Kilauea: filma la sua casa travolta dalla lava
Eruzione Kilauea: filma la sua casa travolta dalla lava
Esteri

Eruzione Kilauea: filma la sua casa travolta dalla lava

L'eruzione del vulcano

Paura alle Hawaii, dove il vulcano Kilauea ha eruttato distruggendo 35 case. Un giovane vede la lava raggiungere la sua abitazione e riprende tutto.

Disastro alle Hawaii a causa dell’eruzione del vulcano Kilauea. Particolarmente a rischio è la zona di Leilani Estates, a est della Big Island, la più grande dell’arcipelago noto per le sue bellezze naturali che richiamano sempre numerosi turisti. In quel luogo un uomo ha filmato la sua casa travolta dalla lava: le immagini sono davvero scioccanti. Successivamente la stessa persona ha lanciato una campagna tramite GoFundMe per raccogliere fondi per ricostruire la propria abitazione.

L’appello

Il giovane hawaiano, di nome Woody Keahi Nelson, ha pubblicato sul proprio profilo Facebook una serie di aggiornamenti sulla drammatica situazione dell’area in cui vive con i suoi familiari: vegetazione e auto in fiamme, uno scenario davvero apocalittico.

In seguito troviamo il video della lava che avanza inesorabilmente verso la casa dell’uomo, un grazioso edificio verde in un prato ben curato, e lo investe. Come abbiamo detto, Whoody ha infine lanciato tramite la celebre piattaforma di crowdfunding la campagna per raccogliere denaro per ricostruire l’abitazione, spiegando che l’edificio si trovava proprio sulla traiettoria dell’eruzione del vulcano, all’angolo di via Luana.

Molti sono stati gli attestati di vicinanza e di solidarietà da parte di persone che vivono in America e che magari hanno parenti nell’area coinvolta nell’eruzione. L’ultimo messaggio dell’uomo è di ringraziamento, ma anche una preghiera di condividere sui social la sua richiesta di aiuto. Lui tra l’altro non è l’unico ad aver filmato la devastazione o visto la propria casa distrutta.

Lava

Casa in fiamme

L’evacuazione e il terremoto

Il comignolo del vulcano continua a produrre schizzi di lava e cenere di altezza superiore ai 70 metri. Il magma ha inghiottito vegetazione e case, distruggendone trentacinque e minacciandone centinaia.

Nel Distretto di Puna, dove si trova il luogo in abita Whoody Keahi Nelson, e nella zona limitrofa sono state evacuate diecimila persone. Le autorità hanno consentito ad alcuni di rimanere nelle proprie abitazioni per cercare di salvare gli animali domestici, consigliando però di andarsene il prima possibile. In ogni caso nel frattempo l’allarme è in parte rientrato e circa duemila persone hanno potuto far ritorno nelle proprie abitazioni per qualche ora.

In seguito dell’eruzione, si è verificato un forte terremoto.

La scossa più violenta, di magnitudo 6.9, è stata avvertita venerdì 4 maggio a South Island: era dal 1975 che non se ne registrava una così forte. Nelle ultime quarantotto ore la terra ha tremato più di 500 volte nella zona del vulcano.

Il messaggio delle autorità

L’amministrazione locale ha avvisato la popolazione di stare in guardia dai rischi di fumi tossici. Il governatore delle Hawaii, David Ige, ha proclamato lo stato di emergenza, esortando i cittadini a essere “cauti” e a prepararsi ad allontanare le proprie famiglie dalla lava e dai rischi derivanti dal terremoto.

Governatore Hawaii

Il sindaco di Leilani Estates, Harry Lim, ha dichiarato che “Anziani, giovani e persone con problemi respiratori” devono obbligatoriamente rispettare l’ordine di evacuazione, lasciando l’area in pericolo.

Il vulcano

Il Kilauea (termine polinesiano che significa “nuvola di fumo che sale”) erutta ininterrottamente da oltre trent’anni. Molti i morti, soprattutto nel 1790 e nel 1975, anno di uno dei più forti terremoti del XX secolo negli Stati Uniti, con una magnitudo di 7,2.

Gli esperti sostengono che l’attività eruttiva del vulcano è destinata a continuare e addirittura ad aumentare nei prossimi mesi.

Vulcano

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche