×

Esempio fa simile lettera dimissioni senza preavviso

default featured image 3 1200x900 768x576

Sebbene la legge Italiana preveda l’obbligo per un lavoratore di comunicare le proprie dimissioni entro un periodo di tempo predeterminato (di solito con decorrenza a partire dal 1° al 16° giorno di ogni mese), può capitare che, per cause di forza maggiore o motivi personali, esso non sia nelle condizioni di rispettare tale preavviso.

Essendo il preavviso sempre previsto in modo chiaro e dettagliato nei termini del contratto collettivo di lavoro nazionale in cui il lavoratore è inquadrato, il mancato rispetto del suddetto è causa di un’inadempienza contrattuale che, se contestata dal datore di lavoro, prevede una sanzione economica ai danni del lavoratore.

La sanzione varia da caso a caso in quanto pari all’importo delle retribuzioni che sarebbero spettate al lavoratore durante il periodo di preavviso.

Nel caso vi siano buoni rapporti tra lavoratore e datore di lavoro, è comunque possibile e consigliabile trovare un accordo amichevole tra le parti. Il dipendente dovrà quindi anticipare in modo trasparente la sua impossibilità a rispettare il preavviso e richiederne l’esonero attraverso una lettera di dimissioni con esonero.

Se l’impossibilità di dare il preavviso sono invece dovute a vincoli imposti dal nuovo datore di lavoro e se non si dovesse riuscire a trovare un accordo con il datore attuale, è possibile concordare con la nuova azienda che sia quest’ultima a farsi carico della sanzione specificando tale accordo nella lettera di impegno firmata e riconsegnata al futuro datore di lavoro.

Di seguito è possibile trovare un esempio, utilizzabile come modello, di una lettera di dimissioni senza preavviso:

Nome Cognome

Via XXX 99

00100 Roma

Spett.le

Azienda S.r.l.

Via XXX, 200

00100 Roma

Roma, GG Mese ANNO

Oggetto: dimissioni

Io sottoscritto Nome Cognome, con la presente intendo rassegnare in data odierna le mie irrevocabili dimissioni volontarie. Nell’impossibilità di rispettare il periodo di preavviso stabilito dalle norme contrattuali e consapevole dell’inadempienza, vogliate considerare quale termine ultimo del mio rapporto di lavoro la data del XX/XX/XXXX.

Distinti saluti.

Nome Cognome

__________________

PER ACCETTAZIONE

Il datore di lavoro

__________________

Contents.media
Ultima ora