Esplosione e incendio in un bar, forse a causa di un ordigno
Esplosione e incendio in un bar, forse a causa di un ordigno
Cronaca

Esplosione e incendio in un bar, forse a causa di un ordigno

incendio napoli

Le fiamme sono divampate in un bar nel pieno centro di Napoli. Non risultano esserci morti o feriti.

Un forte incendio si è sviluppato in un esercizio commerciale nel pieno centro di Napoli, in via Toledo, alle ore 23 del 14 giugno. Secondo le prime ricostruzioni, le fiamme sarebbero divampate a causa di un ordigno esploso nel bar, ormai chiuso da tempo. Il boato della deflagrazione sarebbe stato udito a centinaia di metri di distanza.

L’esplosione e l’incendio

Una forte esplosione sarebbe stata la causa dell’incendio che ha colpito un locale in via Toledo, a Napoli. La zona si trova nel centro del capoluogo campano, vicino a piazza XX Settembre. Le fiamme si sono diffuse velocemente al pianterreno, dove in precedenza vi era un bar, di una palazzina. L’esplosione ha distrutto le vetrine del locale; i frammenti di vetro sono stati scagliati sulla strada. A quanto risulta, non ci sarebbero né morti né feriti, ma tra i residenti è alto il livello di allarme.

Le operazioni di soccorso

Le Forze dell’Ordine sono immediatamente accorse sul posto, insieme ai Vigili del Fuoco, impegnati a circoscrivere l’incendio.

I pompieri hanno agito con estrema celerità, in quanto la combustione si stava già propagando verso il primo piano dell’edificio. Ora la situazione pare essere sotto controllo. Via Toledo è stata invasa dal denso fumo; non risulta però che nessun abitante abbia avuto bisogno di soccorsi di tipo sanitario. Il traffico stradale nella zona è in tilt, secondo quanto riporta il sito web de Il Mattino.

Le cause dell’esplosione

L’area è presidiata dalla polizia, i cui agenti impediscono ai curiosi di avvicinarsi. L’evento è in corso quindi la dinamica dei fatti è ancora incompleta. Non è improbabile infatti che a esplodere sia stata una bombola di gas presente nel locale, riferisce Il Mattino. Nessuno al momento può però escludere con certezza la pista dolosa. Una nota dell’agenzia Ansa ha collegato l’esplosione in via Toledo a una precedente in un bar, “oggetto qualche tempo fa di un attentato dinamitardo”, in via Pessina. Si precisa nuovamente che però la natura dell’incendio non è stata ancora chiarita.

Eventuali aggiornamenti seguiranno.

L’esplosione in via Pessina

L’incidente del 14 giugno in via Toledo ne ricorda uno precedente, accaduto nel novembre del 2017, in via Enrico Pessina. E’ il sinistro menzionato dall’agenzia dell’Ansa. Un ordigno esplosivo è esploso davanti a un locale nel cuore di Napoli. Nessuno è fortunatamente rimasto ferito quando la deflagrazione, avvenuta circa verso le tre notte, ha distrutto le vetrine e danneggiato parte dell’interno del bar Le Shabby Cafè, oltre ad alcune automobili parcheggiate vicine all’ingresso del locale. In questo caso, è stata evidente la natura dolosa dell’incidente. Il fratello del proprietario e cogestore di Le Shabby Cafè avrebbe però sostenuto di non aver mai subito minacce, riferisce Il Corriere del Mezzogiorno.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche